Secondo appuntamento per le qualificazioni mondiali per la nuova Italia di Ventura. E la partita allo Juventus Stadium era di quelle imperdibili, visto che...

Secondo appuntamento per le qualificazioni mondiali per la nuova Italia di Ventura. E la partita allo Juventus Stadium era di quelle imperdibili, visto che arrivava la nuova Spagna di Lopetegui. Ne è venuta fuori una partita emozionante, con l’Italia che ha sofferto da cani ma è riuscita a portare a casa un buon pareggio, soprattutto per come si era messa la partita.

Come sempre, vi guidiamo nella nostra partita, per riviverla insieme. Nel nostro riassuntone delinquenziale abbiamo messo insieme i nostri e soprattutto i vostri migliori tweet. Buon divertimento!

Si comincia tirandone un paio per l’assenza del buon Marcolino Verratti e la contemporanea presenza di Ricky Montolivo.

Basta veramente molto poco per vedere all’opera il meraviglioso Diego Costa.

Diciamo così: nei primi minuti fatichiamo a vedere la palla.

Si fa male Montolivo, e il pubblico la prende con sportività, con un’ovazione che manco al gol di Grosso alla Germania.

No, sul serio, niente?

Idea tattica azzurra piuttosto chiara.

Scintille.

Primo tempo, riassunto, parte 1.

Primo tempo, riassunto, parte 2.

In ogni caso non c’è molto da preoccuparsi, in panchina abbiamo le armi vincenti.

C’era anche De Gea, lo scopriamo dopo.

Errore di Buffon, noi la prendiamo bene, lui meglio. Spagna in vantaggio.

Diego Costa rischia di farsi cacciare allontanando il pallone a gioco fermo, poi viene immediatamente sostituito da Morata.

Niente, non riusciamo più a riprenderci.

Per fortuna in qualche modo riusciamo ad arrivare nell’area spagnola e a prenderci un rigore putridissimo.

Per fortuna De Rossi non sbaglia.

Partita chiaramente cambiata dalle mosse di Ventura.

Alla fine pareggio che ci sta bene, dai.