Isaiah Thomas: il piccolo grande uomo Isaiah Thomas: il piccolo grande uomo
430 giorni. Tanto era passato dall’ultima volta in cui i Golden State Warriors erano caduti in casa, alla Oracle Arena. In mezzo, un titolo... Isaiah Thomas: il piccolo grande uomo

430 giorni. Tanto era passato dall’ultima volta in cui i Golden State Warriors erano caduti in casa, alla Oracle Arena. In mezzo, un titolo Nba e una stagione quasi perfetta, all’inseguimento dello storico record dei Bulls, il 72-10 che sembrava utopia solo avvicinare.

Una stagione quasi perfetta, appunto, perchè stanotte, nell’ingranaggio quasi perfetto della squadra di Steve Kerr, si è inserito uno scricciolo. Che, come è stato abituato a fare nella sua vita, con la sua grinta e la sua elettricità, ha mandato all’aria il tavolo con tutte le carte sopra.

Il basket, in fondo, Isaiah Thomas ce l’ha sempre avuto nel sangue. Anzi, nel nome. Perchè il padre di Isaiah è un grande tifoso dei Los Angeles Lakers. E, quando il suo piccolo sta per venire al mondo, ha la meravigliosa idea di fare una scommessa con un suo amico. Scommessa, manco a dirlo, persa: così, il buon James Thomas va all’anagrafe con tutta l’intenzione di dare a suo figlio il nome del playmaker degli acerrimi rivali dei Pistons: Isiah Thomas. L’intervento della madre, sicuramente contentissima della faccenda, serve a mettere una “a” in mezzo, per rendere più biblico quel nome.

Isaiah Thomas è uno che le cose, nella vita, è stato abituato a prendersele dal basso. Dal basso dei suoi centimetri, dal basso della chiamata al draft del 2011. I Sacramento Kings, quando le porte della NBA stanno per chiudersi e lasciarlo fuori, fanno il suo nome.

Sessantesima scelta. Ecco, se avete cinque minuti da perdere, potreste andare a cercare i nomi di tutti quelli scelti -a stare larghi- dalla trentesima scelta in giù negli ultimi dieci anni di draft. Ci trovereste un’umanità piuttosto variegata. Gente che ha smesso con il basket, frombolieri finiti in Cina, Filippine, in Europa (a chi è andata bene in Eurolega, a chi è andata male in posti che negli USA non sanno neppure esistano), sognatori che si accalcano alla ricerca di contratti da dieci giorni a marzo, facendo su e giù dalla D-League.

Poi, però, ci troverete anche questa perla di un metro e settantacinque, che, a giudicare dal fisico non avrebbe diritto di cittadinanza, e che invece, quest’anno, è arrivato pure a giocare l’All Star Game. Perchè non importa quanto sei alto, da dove vieni, cosa vedono in te. Se ci metti l’anima come sta facendo Isaiah Thomas, se non hai paura a prendere le botte da gente grossa il doppio di te, se sai sfruttare le tue debolezze facendole diventare dei punti di forza (perchè quelli grossi il doppio di lui, anche nel suo ruolo, difficilmente possono fare qualcosa di diverso dal prendergli la targa e guardarlo scappare) bè, allora, puoi anche diventare uno dei giocatori più forti della NBA.

Boston è un po’ l’emblema di questo discorso del sacrificio e del lavoro. Una squadra operaia, senza grandi stelle, in mano a un coach -Brad Stevens- bravo e preparato. Una squadra che a Est, nei playoff, sotto sotto nessuno vorrebbe incontrare e che stanotte, appunto, ha fatto un bello scherzetto ai Warriors.

C’è molto Isaiah Thomas nella vittoria dei Celtics. 22 punti, quasi tutti nella seconda metà di gara, dopo aver sbagliato parecchio nel primo tempo. Insomma, una partita alla Isaiah Thomas, partendo dalle retrovie, arrivando silenziosamente davanti a tutti.

Valerio Nicastro
twitter: @valerionicastro

Related Posts

Il Valencia ha un piccolo problema con i pareggi

2019-02-25 09:24:30
delinquentidelpallone

18

È successo un piccolo intoppo con Arsenal-Rennes

Oggi a ora di pranzo si sono svolti
2019-02-22 16:01:19
delinquentidelpallone

18

Žan Celar, il piccolo Dzeko

2019-02-13 15:58:12
delinquentidelpallone

18

Il “piccolo” problema dell’Inter con Icardi

2018-09-23 15:34:35
delinquentidelpallone

18

Diego Costa ha un piccolo (ma non trascurabile) problema

2018-09-15 13:08:52
delinquentidelpallone

18

Il Piccolo Diavolo diviso a metà

2018-07-05 11:04:53
pagolo

18

Il piccolo screzio tra Donnarumma e i tifosi del Milan a Bergamo

2018-05-13 19:19:05
delinquentidelpallone

18

Il gran gol di Thomas Müller contro la Spagna

2018-03-23 20:34:36
delinquentidelpallone

18

Il piccolo incidente tra Alvaro Morata e i tifosi del Barcellona

2018-03-15 13:28:02
delinquentidelpallone

18