Incubo Chelsea Incubo Chelsea
Forse c’è qualcosa di scritto nel destino, nella storia delle ultime Premier League. Lo scorso anno, il Leicester, che si era appena laureato campione... Incubo Chelsea

Forse c’è qualcosa di scritto nel destino, nella storia delle ultime Premier League.

Lo scorso anno, il Leicester, che si era appena laureato campione d’Inghilterra, cadde all’esordio contro il modesto Hull City, che avrebbe poi palesato le sue difficoltà nel corso della stagione, finendo per retrocedere senza troppa fortuna.

Oggi, il Chelsea di Antonio Conte, campione di Inghilterra in carica, ha vissuto un incubo simile, in uno dei pomeriggi più assurdi che si ricordino negli ultimi anni a Stamford Bridge.

I Blues, privi di parecchi giocatori, e con una condizione ancora non perfetta, sono caduti, con grande sorpresa, contro un Burnley roccioso e rognoso ma chiaramente inferiore alla squadra di Antonio Conte, ridotta in 9 uomini da un arbitraggio parecchio contestato.




Già, Antonio Conte.

Più che il 2-3 finale, a parlare era la faccia dell’allenatore italiano. Chiaramente nervoso, irritato e deluso da un’estate che non è andata secondo i suoi piani. È arrivato Alvaro Morata, ma non ha digerito che gli sia stato soffiato Lukaku da sotto il naso, e infatti oggi Conte gli ha preferito un Batshuayi francamente imbarazzante e un Boga tirato fuori praticamente dal nulla.

Insomma, è sembrato proprio che Antonio Conte, che tra le tante cose non ha ovviamente nemmeno digerito la perdita di Matic, abbia voluto mandare un messaggio: “mi comprate qualcuno o no?“.

Forse, pensava che la modestia dell’avversario odierno avrebbe permesso ai suoi di portare comunque a casa la posta in palio. Invece, il rosso dopo 13 minuti del neo-capitano Cahill, ha scombinato i piani e messo in salita la partita.

Embed from Getty Images

Il 3-2 finale, condito anche dalla sciagurata espulsione di Fabregas, è frutto dell’ingresso in campo di Alvaro Morata, che ha rivitalizzato una squadra in inferiorità numerica con un gol e un assist, dimostrando in pieno il suo valore.

Il Chelsea, in ogni caso, ha bisogno ancora di qualche aggiustamento. Una stagione lunga e ostica, con la Champions da giocare, non si può affrontare con una rosa ancora incompleta. Conte lo sa, e dopo questa partita probabilmente alzerà la voce con Abramovich.

Nel frattempo, la settimana prossima i Blues vanno a giocare a Wembley contro il Tottenham, senza Cahill e Fabregas. Siamo solo a metà agosto, ma forse la stagione del Chelsea è già davanti a un bivio decisivo.

Valerio Nicastro
twitter: @valerionicastro

Related Posts

Antonio Conte impazzisce dopo il gol del Chelsea

2017-10-21 13:35:16
delinquentidelpallone

18

Il saluto di Diego Costa al Chelsea

2017-09-27 14:34:05
delinquentidelpallone

18

Il Chelsea rischia di essere bandito a vita dalla Cina

2017-07-24 08:31:15
delinquentidelpallone

18

Conte rinnova con il Chelsea: ecco quanto guadagnerà

2017-07-19 12:38:10
delinquentidelpallone

18

La pazza campagna acquisti del Chelsea nel 2003

2017-07-11 13:12:44
delinquentidelpallone

18

Il Chelsea annuncia Rudiger in maniera alquanto originale

2017-07-09 16:30:14
delinquentidelpallone

18

Il generoso regalo di David Luiz ai compagni del Chelsea

2017-05-20 11:44:42
delinquentidelpallone

18

Chelsea campione e Diego Costa impazzisce!

2017-05-13 13:11:32
pagolo

18

Incubo Albiceleste

2017-03-29 08:23:00
delinquentidelpallone

18