Il Wolfsburg deve aver fatto qualcosa a Robert Lewandowski Il Wolfsburg deve aver fatto qualcosa a Robert Lewandowski
Dopo la sosta per le nazionali, è ripartita anche la Bundesliga, che nelle settimane precedenti era stata scossa da quella che poteva essere considerata... Il Wolfsburg deve aver fatto qualcosa a Robert Lewandowski

Dopo la sosta per le nazionali, è ripartita anche la Bundesliga, che nelle settimane precedenti era stata scossa da quella che poteva essere considerata la prima mini-crisi del Bayern Monaco da diversi anni a questa parte.

I bavaresi erano reduci da quattro partite senza vittorie, un’enormità visto il dominio abituale nel campionato domestico, ma oggi pomeriggio le cose sono tornate al loro posto.

La squadra di Kovac – confermato in panchina nonostante le voci che vedevano vicino il suo esonero – si è imposta per 3-1 in casa del Wolfsburg, in una partita parecchio movimentata e caratterizzata anche dall’espulsione di Robben per doppia ammonizione al 57′.

A trascinare il Bayern ci ha pensato il solito Robert Lewandowski, che si è preso la squadra sulle spalle, con una doppietta e un assist per il gol di James Rodriguez.

Il centravanti polacco ha così confermato che il Wolfsburg è la sua vittima preferita: negli ultimi 7 incontri, infatti, gli ha segnato la bellezza di 14 reti.

La striscia si è aperta con la famosa cinquina da subentrato nel settembre del 2015, ed è poi proseguita con tre doppiette e altre tre partite con almeno un gol a segno.

In totale, nelle 20 partite giocate contro il Wolfsburg, Lewandowski ha collezionato 19 gol e 7 assist. Forse, anche se non lo sanno, a Wolfsburg devono aver fatto qualche sgarro – come quello alle industrie di caffè cantato da Max Pezzali – al centravanti polacco.