Il “trucchetto” della Polonia per finire in prima fascia ai Mondiali Il “trucchetto” della Polonia per finire in prima fascia ai Mondiali
Con la fine delle qualificazioni Mondiali e gli ultimi spareggi, si è completato il quadro delle 32 qualificate a Russia 2018, e nella giornata... Il “trucchetto” della Polonia per finire in prima fascia ai Mondiali

Con la fine delle qualificazioni Mondiali e gli ultimi spareggi, si è completato il quadro delle 32 qualificate a Russia 2018, e nella giornata di ieri è arrivata anche l’ufficialità delle quattro fasce per il sorteggio dei Mondiali.

La prima fascia del sorteggio era ufficiale da un po’, e più di qualcuno si era chiesto come fosse possibile che la Polonia fosse in prima fascia, mentre, per esempio, la Spagna in seconda.

Una domanda che si sono posti anche i giornali spagnoli, che hanno fatto notare una curiosa coincidenza, gridando allo scandalo: la Polonia, per essere in prima fascia, avrebbe adottato uno stratagemma particolare, che a quanto pare ha funzionato.

Cosa hanno combinato, quindi, i polacchi, per finire in prima fascia?

Marca e altri giornali hanno fatto notare come la Polonia, nell’ultimo anno, praticamente non abbia disputato partite amichevoli: l’ultima amichevole – prima delle ultime due disputate qualche settimana fa- risaliva infatti al 14 novembre 2016, un 1-1 contro la Slovenia.

Dopo di che, i polacchi hanno smesso di giocare amichevoli: un modo per annullare del tutto il rischio di perdere punti nel ranking con pareggi o sconfitte. Vero, avrebbero anche potuto guadagnarne, ma in Polonia hanno fatto i loro calcoli, e hanno capito che gli bastava mantenere la posizione (anche perché nelle ultime 3 partite delle qualificazioni mondiali, nel girone vinto, hanno poi fatto il pieno contro Kazakistan, Armenia e Montenegro).

Embed from Getty Images

Una volta che si sono assicurati ufficialmente la prima fascia, la nazionale polacca è poi beffardamente tornata a disputare partite amichevoli: nell’ultima settimana infatti, ne hanno giocate ben 2 in 3 giorni, contro Uruguay e Messico.

Curioso, per una squadra che non ne aveva giocate per oltre un anno.

Forse anche noi italiani avremmo potuto imparare qualcosa, dopo che, per colpa di una partita amichevole persa, abbiamo dovuto rinunciare alla prima fascia nel sorteggio alle qualificazioni mondiali…