Il triste record del Benfica Il triste record del Benfica
Ieri, per molte squadre, si è conclusa la prima fase della Champions League, ovvero quella a gironi nella quale si qualificavano solo le prime... Il triste record del Benfica

Ieri, per molte squadre, si è conclusa la prima fase della Champions League, ovvero quella a gironi nella quale si qualificavano solo le prime due.

Per quel che riguarda il girone A, composto da Manchester United, Benfica, Cska Mosca e Basilea, accederanno alla fase successiva la squadra di Mourinho, grande favorita e classificatasi al primo posto, ed il Basilea, il cui secondo posto è stato abbastanza sorprendente.

La squadra di prima fascia in questo girone era il Benfica, in quanto detentrice del titolo di campione di Portogallo per il quarto anno consecutivo, mentre i Red Devils, qualificati grazie alla vittoria dell’Europa League, erano in seconda fascia.

Anche per questo motivo in pochi si aspettavano il cammino disastroso che le aquile portoghesi hanno fatto registrare nella fase a gironi: 0 punti totalizzati, 1 rete realizzata e 14 subite.




L’unica rete messa a segno (se non vogliamo considerare gli autogol di Svilar) è quella di Seferovic nella prima partita del girone contro il Cska, che aveva momentaneamente regalato il vantaggio ai suoi prima che gli ospiti ribaltassero il risultato. Da lì in poi 14 reti subite e nessuna realizzata: una vera tragedia.

Pensate che il Benfica, tra le altre cose, è la prima squadra nella storia della Champions a concludere il proprio girone a 0 punti da testa di serie: un primato negativo del quale andare poco orgogliosi.

Anche in campionato il Benfica non sta andando benissimo, almeno per quelli che erano i suoi standard negli ultimi anni. Si trova infatti al terzo posto, dietro a Porto e Sporting, distanziato di 3 lunghezze. Nulla è ancora compromesso, sia chiaro, ma se non vuole abdicare al trono dopo 4 anni di successi è bene iniziare a marciare spediti.

Intanto si dovranno accontentare di questo record negativo che difficilmente potrà essere peggiorato in tempi brevi, anche se in questi casi vale il detto “non c’è limite al peggio”.

Questa sera si concluderanno gli altri gironi che regaleranno gli ultimi verdetti:  molte squadre sono ancora in bilico e si giocheranno il tutto per tutto nella loro partita, con un occhio anche agli altri campi, sperando di ricevere buone notizie.