Il segreto di Cristiano Ronaldo Il segreto di Cristiano Ronaldo
Mancano ormai pochi giorni – si possono anche calcolare in ore- alla finale di Champions League tra la Juventus e il Real Madrid. E... Il segreto di Cristiano Ronaldo

Mancano ormai pochi giorni – si possono anche calcolare in ore- alla finale di Champions League tra la Juventus e il Real Madrid.

E lo spauracchio dei tifosi bianconeri, o almeno quello principale, ha un nome ben preciso: Cristiano Ronaldo.

Il portoghese, infatti, si presenta in grande forma all’appuntamento di Cardiff, e la BBC, quella della Juventus, sarà costretta agli straordinari se vorrà fermarlo.

Ma come fa Cristiano Ronaldo a mantenersi sempre in condizioni fisiche invidiabili, e, anzi, sembra che addirittura sia sempre più solido e resistente con il passare degli anni? Un piccolo segreto in effetti c’è.

Come riportato anche oggi dal Corriere dello Sport, infatti, Cristiano Ronaldo fa uso di una criocamera, vale a dire una tecnologia particolare che sfrutta il freddo per conservare e tonificare al meglio i muscoli, e che dovrebbe aiutare a prevenire al massimo il rischio di infortuni muscolari.

La stella del Real Madrid, infatti, utilizza, per 3 minuti ogni giorno, questa particolare struttura (prodotta tra l’altro da un’azienda italiana e usata anche dal Milan) molto sofisticata: Ronaldo entra in cabina 3 minuti al giorno, a 130 gradi sottozero, e un complesso e sicuro meccanismo consente, tramite l’azoto, che il freddo possa agire al meglio sui muscoli.

In passato la terapia del freddo era applicata localmente, sui muscoli interessati, ma era molto meno scientifica e tecnologica di quanto succede oggi. Sono in tante le squadre che, negli ultimi anni, si sono dotate di uno strumento del genere, ma Cristiano Ronaldo è tra quelli che la utilizzano in maniera più intensa, senza ombra di dubbio.

Insomma, per 3 minuti al giorno, il segreto di Cristiano Ronaldo è il freddo: ma, ovviamente, non è l’unica spiegazione di come abbia fatto a diventare uno dei giocatori più forti del mondo. I piedi, e la testa, continuano a contare tantissimo…