Ieri sera, non senza qualche sofferenza, il Liverpool è riuscito a staccare il pass per la finale di Champions League di Kiev, dove affronterà...

Ieri sera, non senza qualche sofferenza, il Liverpool è riuscito a staccare il pass per la finale di Champions League di Kiev, dove affronterà il Real Madrid, squadra detentrice delle ultime due edizioni del trofeo.

Gli uomini di Klopp sono riusciti a gestire il vantaggio di 5-2 accumulato nella partita di andata e, nonostante la sconfitta per 4-2 a Roma, avranno la possibilità di conquistare la loro sesta Coppa dalla grandi orecchie.

L’ultima, come molti di voi ricorderanno, arrivò nel 2005 a Istanbul dopo la clamorosa rimonta (da 0-3 a 3-3) ai danni del Milan e in panchina sedeva il tecnico Rafa Benitez.

A Kiev ci sarà invece il tedesco Klopp a guidare la truppa ed i tifosi dei Reds sono un po’ preoccupati riguardo al suo record nelle finali, non proprio esaltante.

Pensate che delle ultime 5 disputate, tra Borussia Dortmund e Liverpool, non ne ha vinta nemmeno una, nonostante in un paio di occasioni almeno sia partito con i favori del pronostico.

Nel 2013 il suo sorprendente Dortmund arrivò in finale di Champions e si arrese per 2-1 al Bayern di Monaco; l’anno successivo, sempre contro i bavaresi, arriva la sconfitta in finale di Coppa di Germania, con un passivo di 2-0.

Nel 2015, ancora in Coppa di Germania, i gialloneri favoritissimi perdono contro il Wolfsburg per 3-1, è questa l’ultima finale persa da Klopp in terra tedesca.

Arrivato alla guida dei Reds nel 2016 perde la finale di Coppa di Lega contro il City ai calci di rigore, dopo che i tempi regolamentari si erano conclusi con il punteggio di 1-1. Sempre nello stesso anno il Liverpool raggiunge la finale di Europa League ma il trofeo lo alzerà il Siviglia, vincendo la partita per 3-1.

Se è vero che le sconfitte contro Bayern di Monaco e Manchester City ci possono stare è altrettanto vero che almeno una coppa avrebbe potuto alzarla, ma nel calcio spesso e volentieri non conta il valore sulla carta in quanto entrano in gioco sottili meccanismi mentali.

È su questi che cercherà di fare affidamento Klopp per ribaltare il suo trend negativo nelle finali contro un avversario, il Real Madrid, sulla carta sicuramente favorito e con la concreta possibilità di fare la storia vincendo la terza Champions consecutiva, un fatto accaduto pochissime volte nella storia della competizione e mai in epoca recente.

Che dite, ce la farà questa volta l’allenatore tedesco? Per quello che ha saputo produrre con le sue squadre, probabilmente, se lo meriterebbe.