Il Real Madrid è tornato? Il Real Madrid è tornato?
L’inizio di stagione del Real Madrid, quest’anno, non era stato dei migliori. Zinedine Zidane era tornato sulla panchina dei Blancos nel finale della scorsa... Il Real Madrid è tornato?

L’inizio di stagione del Real Madrid, quest’anno, non era stato dei migliori.

Zinedine Zidane era tornato sulla panchina dei Blancos nel finale della scorsa stagione (dopo l’esonero di Lopetegui e l’interregno di Santiago Solari) e quest’anno si è ripresentato ai nastri di partenza con l’ambizione di riportare la squadra ai massimi livelli.

I primi mesi, però, sono stati tutt’altro che semplici: una partenza a rilento in Liga, una pesantissima sconfitta in Champions contro il PSG e il pareggio con il Brugge, e una situazione di tensione che sembrava attraversare la squadra, con il declino di alcuni uomini e la mancanza di un vero leader e trascinatore.

I Blancos, però, piano piano, hanno ritrovato la fiducia, e quanto successo negli ultimi mesi sembra confermarlo in pieno.

Il Real Madrid, infatti, è imbattuto da 3 mesi: l’ultima sconfitta era arrivata il 19 ottobre 2019 in casa del Maiorca. Da quel momento, la squadra di Zidane ha messo insieme 12 vittorie e 5 pareggi, considerando anche la vittoria ai rigori contro l’Atletico nella finale di Supercoppa spagnola (competizione che, curiosamente, hanno giocato pur non avendo vinto nulla nella scorsa stagione, grazie all’allargamento a 4 squadre del format).

Complici anche le difficoltà del Barcellona, che ha recentemente cambiato allenatore, il Real ha anche ricucito il gap in classifica in Liga, e adesso è appaiato a quota 43 proprio con i blaugrana al comando.

In Champions League, il sorteggio ha accoppiato i Blancos al Manchester City, una sfida tra due giganti del calcio europeo che, tra un mesetto, potrà dirci se davvero la squadra di Zidane è tornata a sedersi al tavolo dei grandi.

In quel caso, forse, farebbero paura un po’ a tutti.