Il punto della situazione in Europa League Il punto della situazione in Europa League
Il giovedì, come di consueto, è la giornata dedicata alla competizione europea più imprevedibile: la meravigliosa Europa League. Una competizione in cui, vista la... Il punto della situazione in Europa League

Il giovedì, come di consueto, è la giornata dedicata alla competizione europea più imprevedibile: la meravigliosa Europa League.

Una competizione in cui, vista la mole di partite che si giocano, anche il più attento degli spettatori rischia di perdersi qualcosa, e di non tenere traccia di tutto quello che può succedere.

Per cui, a 180′ dal termine della fase a gironi di Europa League, abbiamo deciso di fare il punto della situazione e di ricapitolarvi classifiche, partite che mancano, e soprattutto chi ha più possibilità di qualificarsi nei diversi gironi.

Andiamo allora a fare il punto della situazione dei gironi di Europa League.

Girone A: in testa il Villareal con 8 punti, ma gli spagnoli non sono ancora sicuri di passare. Una vittoria contro l’Astana oggi metterebbe in cassaforte il primo posto. Allo stesso modo, i kazaki potrebbero mettere un mattoncino importante con un punto – difficile – oggi. La sensazione è che il Villareal passerà per primo, mentre Slavia Praga e Astana si giocheranno il primo posto nel confronto diretto dell’ultimo turno (da giocare in Repubblica Ceca).

Gruppo B: La Dinamo Kiev si è già assicurata il passaggio del turno, e oggi può mettere l’ipoteca sul primo posto. Per il secondo posto, decisivo lo scontro diretto di oggi tra Partizan Belgrado e Young Boys. Con una vittoria dei serbi, si chiude matematicamente il discorso, con un pareggio o una vittoria degli svizzeri resta tutto aperto fino all’ultima giornata.

Gruppo C: Girone che può ancora tirare fuori qualche sorpresa, anche se in linea di massima il Ludogorets è abbastanza tranquillo, e con una vittoria oggi contro il Basaksehir potrebbe festeggiare il passaggio del turno. L’Hoffenheim invece, deve vincere per forza in casa del Braga, oggi, per riaprire il discorso qualificazione (e magari con due gol di scarto). Ai turchi, invece, serve una vera e propria impresa…

Gruppo D: Con 3 punti contro l’Austria Vienna stasera, il Milan sarebbe praticamente certo del passaggio del turno (ma non ancora del primo posto). AEK-Rijeka è una sorta di spareggio: i greci molto probabilmente sarebbero a posto anche con un pareggio oggi (sempre se il Milan batterà l’Austria Vienna) mentre i croati potrebbero provare la clamorosa rimonta in classifica partendo dalla partita di oggi, e sperare di incontrare magari un Milan già qualificato (e primo) all’ultima giornata…

Gruppo E: L’Atalanta ha una grande chance oggi in casa dell’Everton già eliminato. Con un punto, si qualifica automaticamente, con tre punti si giocherà, molto probabilmente, il primo posto all’ultima giornata contro il Lione. L’Apollon può ancora sperare di passare, ma ha bisogno di 6 punti e di un mezzo miracolo. Occhio anche a quanti gol segna il Lione: se l’Atalanta riesce a essere davanti nella differenza reti rispetto ai francesi, poi potrebbe accontentarsi – a parità di punti – anche di un pareggio in casa per il primo posto.

Gruppo F:  Situazione decisamente ingarbugliata e incerta nel Gruppo F. Lo Zlin è probabilmente fuori dai giochi, ma mai dire mai. I moldavi dello Sheriff hanno una grande opportunità per uno storico passaggio del turno, e con 3 punti stasera si metterebbero in ottima posizione. Lokomotiv-Copenaghen di oggi potrebbe essere un vero spareggio: dovessero vincere i danesi, per i russi sarebbe quasi sicura l’eliminazione. Uno dei gironi meno decifrabili e in cui l’equilibrio potrebbe durare fino alla fine, con qualche sorpresa possibile.

Gruppo G: la Steaua, con un pareggio oggi, si assicurerebbe il primo posto, mentre il Viktoria Plzen deve vincere per evitare il possibile assalto dell’Hapoel Beer Sheva. In ogni caso, a meno di miracoli de Lugano, dovrebbe essere decisiva poi per il secondo posto nel girone la partita tra i cechi e gli israeliani all’ultima giornata.

Gruppo H: il primo posto dell’Arsenal non dovrebbe essere in discussione. Alle spalle dei Gunners, invece, sarà bagarre vera e propria. BATE-Stella Rossa di oggi è uno snodo cruciale: i serbi partono con 1 punto di vantaggio in classifica, e quindi potrebbero anche giocare per il pari, e lasciare il discorso aperto per l’ultima giornata.

In tutto questo, il Colonia potrebbe provare il colpo a sorpresa, ma l’impressione è che ai tedeschi servano 6 punti per passare il turno.

Gruppo I: Altro gruppo in cui può succedere ancora di tutto. Il Salisburgo ha il match poing e potrebbe assicurarsi il pass con una vittoria contro il Vitoria Guimaraes. Il Marsiglia deve cercare di uscire invece indenne dall’ostica trasferta in Turchia di oggi se non vuole complicarsi il cammino. Secondo pronostico, dovrebbero comunque essere proprio gli austriaci e i francesi ad andare avanti.

Gruppo J: L’Oscar per il gruppo più indecifrabile di tutti va naturalmente al gruppo J, dove tutte possono ancora passare e tutte possono andare fuori, in una specie di lotteria. Una delle prime due qualificate potrebbe uscire dal match importantissimo di stasera tra Oestersunds e Zorya, con gli svedesi che hanno il match point più pesante. Athletic-Herta, invece, è forse lo spareggio per farne fuori una. Davvero difficile chi andrà avanti: dovessimo sceglierne due, per forza, noi prenderemmo Oestersunds e Athletic.

Gruppo K: Meno complicata, invece, la situazione nel girone della Lazio: i biancocelesti sono già sicuri del primo posto. Il Nizza può invece chiudere oggi il discorso qualificazione contro lo Zulte-Waregem. Qui, le sorprese dovrebbero essere escluse.

Gruppo L: Anche qui, con lo Zenit praticamente già qualificato, resta solo da capire la seconda che prenderà il pass per i sedicesimi. Al Rosenborg, però, serve praticamente un miracolo: non vincendo oggi contro la Real Sociedad, i giochi sarebbero praticamente già chiusi…