In Grecia il calcio viene vissuto in maniera decisamente particolare: è di qualche settimana fa la notizia della clamorosa invasione di campo del presidente...

In Grecia il calcio viene vissuto in maniera decisamente particolare: è di qualche settimana fa la notizia della clamorosa invasione di campo del presidente del Paok Salonicco, che decise di protestare per i presunti torti arbitrali subiti dalla sua squadra entrando sul terreno di gioco, armato di pistola.

In questi giorni invece, è salito agli onori delle cronache il presidente dell’Olympiacos, che non ha preso esattamente benissimo il rendimento dei suoi nelle ultime settimane.

La squadra biancorossa di Atene, infatti, a quattro giornate dal termine del campionato è terza in classifica, a 9 punti dalla vetta occupata dall’AEK, dietro anche al PAOK, e con le chance di scudetto che sembrano ormai allontanarsi in maniera definitiva.

Stanco per le pessime performance dei suoi giocatori, Evangelos Marinakis ha preso allora una decisione durissima.

400.000 euro di multa alla squadra, con i soldi sottratti in maniera forzata dagli stipendi dei giocatori, e squadra mandata in vacanza in anticipo.

A quanto pare, Marinakis sarebbe entrato furioso negli spogliatoi della sua squadra al termine dell’ultima partita giocata dai suoi, e avrebbe detto di aver sopportato abbastanza: “Da oggi potete considerarvi in vacanza“.

Dunque, i giocatori più pagati e più famosi della squadra, saranno congedati a partire dai prossimi giorni, e e in campo ci andranno alcuni giocatori delle giovanili dell’Olympiacos.

Vedremo nei prossimi giorni se Marinakis darà davvero seguito a questa decisione, e se in campo scenderanno davvero i giovani della squadra greca.