Il piano di Antonio Conte per la ripresa del campionato Il piano di Antonio Conte per la ripresa del campionato
L’Inter aveva salutato il campionato, a inizio marzo, con una sconfitta sul campo della Juventus che aveva allontanato di parecchio i nerazzurri dalla vetta... Il piano di Antonio Conte per la ripresa del campionato

L’Inter aveva salutato il campionato, a inizio marzo, con una sconfitta sul campo della Juventus che aveva allontanato di parecchio i nerazzurri dalla vetta della classifica.

Con una partita da recuperare – quella contro la Sampdoria – i nerazzurri sono a -9 dalla Juventus capolista e a -8 dalla Lazio, inseguitrice più vicina dei bianconeri.

Proprio contro la Lazio era arrivata un’altra sconfitta molto pesante, che aveva dato una bella mazzata alle ambizioni scudetto della squadra di Antonio Conte.

Adesso, però, l’allenatore dell’Inter, tornato a seguire da vicino la sua squadra, ha intenzione di mettere in campo il tutto per tutto per provare a rimettere la sua squadra in carreggiata.

L’Inter, infatti, è tornata al lavoro, e lo sta facendo seguendo il piano messo a punto da Conte e dal suo staff di preparatori: i nerazzurri stanno lavorando intensamente sul piano fisico, e stanno lavorando tantissimo su corsa e resistenza, quasi come se questo fosse un ritiro estivo. Anzi, qualcuno dice che i carichi di lavoro siano anche più pesanti di quelli del ritiro di luglio.

L’idea è chiara: Conte vuole che la sua squadra sia al massimo della brillantezza fisica per provare a ripartire subito forte, prima dal punto di vista delle gambe, e poi con tutto il resto. Un po’ come era successo a inizio campionato, con l’Inter che era partita fortissima dai blocchi di partenza.

D’altronde la classifica non ammette niente di diverso. L’Inter per recuperare il distacco dalle due di testa deve mettere in cascina quanti più punti possibili da subito, per poi sperare, magari, in un pareggio nello scontro diretto dell’Allianz Stadium.

Oltre alla partita con la Sampdoria, l’Inter dopo la ripartenza affronterà Sassuolo, Brescia, Parma, Bologna, Verona, Torino e SPAL, prima di andare all’Olimpico, in casa della Roma. Un calendario che potrebbe venire incontro all’idea di Conte, per mettere un po’ di pressione alle due davanti.