Il pessimo record di Pep Guardiola in trasferta nelle gare di Champions ad eliminazione diretta Il pessimo record di Pep Guardiola in trasferta nelle gare di Champions ad eliminazione diretta
Pep Guardiola, nel corso della sua carriera da allenatore, ha allenato grandissime squadre che sono quasi sempre partite con i favori del pronostico anche... Il pessimo record di Pep Guardiola in trasferta nelle gare di Champions ad eliminazione diretta

Pep Guardiola, nel corso della sua carriera da allenatore, ha allenato grandissime squadre che sono quasi sempre partite con i favori del pronostico anche in Champions League.

È successo prima al Barcellona, dove è riuscito a sollevare due volte la Coppa dalle grandi orecchie, nel 2008-2009 e nel 2010-2011, successivamente al Bayern e ora al Manchester City.

In queste due ultime avventure la sua esperienza in Champions è stata piuttosto negativa: soprattutto nelle partite in trasferta ad eliminazione diretta la sua squadra è sempre sembrata piuttosto fragile e vulnerabile, come dimostra perfettamente il suo record.

Delle 26 partite in trasferta disputate negli scontri ad eliminazione diretta per quel che riguarda la Champions League, Pep Guardiola ne ha vinte solo 6, pareggiandone 10 e perdendone altrettante. Delle ultime 15 trasferte, sempre per quel che riguarda le partite ad eliminazione diretta, ne ha vinte appena 3, contro Arsenal, Basilea e Schalke.

Se andiamo a considerare solamente i Quarti di Finale e le Semifinali la situazione è ancora più preoccupante: delle ultime 10 partite in trasferta disputate non è riuscito a vincere nemmeno una volta, avendo collezionato 7 sconfitte e 3 pareggi.

Al termine della partita di ieri l’allenatore catalano si è detto comunque molto soddisfatto di come ha giocato la sua squadra e anzi si è spinto a dire che in alcuni casi perdere 1-0 è addirittura meglio di un pareggio per 0-0 in quanto ti permette di sapere esattamente che partita andare a fare nella sfida di ritorno.

Le critiche però non sono mancate, soprattutto per quel che concerne la gestione di alcuni giocatori lasciati in panchina fino al 90′, come De Bruye e Sané.

Vedremo se davanti al proprio pubblico il City sarà in grado di ribaltare la sfida, in fin dei conti il passivo di 1-0 lascia ancora aperta qualsiasi ipotesi di qualificazione.