Il pagellone delinquenziale natalizio del campionato Il pagellone delinquenziale natalizio del campionato
Il 2015 calcistico, almeno per la Serie A, è andato in archivio. L’arrivo del Natale è quindi l’occasione più propizia per tirare le somme... Il pagellone delinquenziale natalizio del campionato

Il 2015 calcistico, almeno per la Serie A, è andato in archivio. L’arrivo del Natale è quindi l’occasione più propizia per tirare le somme e fare qualche bilancio di quanto visto fin qui in uno dei campionati forse più divertenti degli ultimi anni.

Con il consueto spirito delinquenziale, abbiamo deciso di dare i voti alle 20 squadre di serie A per quanto visto finora. In più, abbiamo provato a ipotizzare cosa vorrebbe trovare sotto l’albero ognuna di loro. Bando alle ciance, via alle pagelle.

pinipag

Atalanta 6,5

A inizio anno la truppa di Reja era accreditata per fare una tranquilla stagione da metà classifica. Sta facendo anche meglio di quanto ipotizzato, piazzandosi nella prima metà della graduatoria e giocando un calcio divertente, cosa che da Reja non ci saremmo aspettati. La formula vincente è quella dei due piccoletti abbinati al cristone là davanti, che sia Denis o Pinilla poco importa. Il cileno ci ha regalato già un paio dei suoi gol da antologia, oltre a qualche delinquentata epica. Il record intergalattico di espulsioni è la ciliegina sulla torta di una buona prima parte di stagione.

Cosa vorrebbe trovare sotto l’albero: a noi piacciono parecchio, a Reja forse un po’ meno. Qualche cartellino rosso in meno sarebbe gradito dalle parti di Bergamo.

destropag

Bologna 6

Media ponderata tra il disastroso avvio di stagione con Delio Rossi e la resurrezione coincisa con l’arrivo di Donadoni. Due squadre completamente diverse, quasi a spiegare l’allegro mistero del gioco del calcio. Basti pensare a Mattia Destro, che con Delione sembrava un cerbiatto smarrito in autostrada, e, non appena Donadoni si è insediato sulla panchina rossoblu, sembra essere diventato un Van Basten con una verve realizzativa più accentuata. E poi Ciccio Brienza sta giocando ai livelli del miglior Zidane, diciamolo. La rivelazione del campionato del Bologna? Masina, se Conte non lo porta agli Europei ci rifiutiamo di tifare Italia.

Cosa vorrebbe trovare sotto l’albero: mantenere Destro in questo stato di forma sarebbe il miglior regalo possibile per questa squadra. Anche un po’ di continuità, male non farebbe.

carpi-milanCarpi 5

Che la prima stagione in serie A non sarebbe stata facile, per la matricola emiliana, era un segreto di Pulcinella. Le difficoltà incontrate dalla truppa di Castori (inspiegabilmente messa in mano a Sannino per qualche settimana) sono state notevoli, ma in ogni caso i biancorossi non hanno ancora smesso di lottare, basti vedere quanto fatto solo domenica scorsa, con Lollo che si è divorato il gol che avrebbe regalato al Carpi uno storico pareggio contro la Juventus. La baracca è in mano a un Borriello che sembra rinato in provincia: scarpette nere, voglia di faticare e si esce a spiegare al mondo il mestiere di centravanti. Serve un miracolo per salvarsi, ma il Carpi lotterà strenuamente fino all’ultimo.

Cosa vorrebbe trovare sotto l’albero: un po’ di culo, qualche sfangata memorabile, e una mezza dozzina di punti da mettere in classifica qua e là.

birsapag

Chievo 7

Ogni anno sembra essere quello buono (ok, ci eravamo cascati pure noi a inizio stagione) per la retrocessione dei Mussi, ogni anno si divertono a prendere in giro il mondo. L’inizio, con un primo tempo drammatico contro l’Empoli, sembrava presagio di sciagura, poi Maran ha sistemato le cose, e, affidandosi a Birsa dietro Meggiorini e Paloschi ha sistemato le cose. Ad oggi il Chievo ha 22 punti con una squadra tutt’altro che completa, e pure quest’anno la salvezza, a meno di tragedie nella seconda parte di stagione, dovrebbero portarla a casa senza patemi d’animo.

Cosa vorrebbe trovare sotto l’albero: qualche impresa di livello per rendere ancora più memorabile questa stagione, tipo la testa di una strisciata di prestigio.

Continua a leggere

Related Posts

L’emozionante saluto di Falcinelli al Crotone

2017-05-31 08:32:06
delinquentidelpallone

1

Non lo so, è così e basta

2018-04-04 09:37:36
delinquentidelpallone

1

Dimitri Payet, le lacrime di chi ce l’ha fatta

2016-06-19 16:23:17
delinquentidelpallone

1

Gervinho, follia in Cina

2016-08-22 21:09:15
delinquentidelpallone

1

Enner Valencia: fuga dalla polizia (in ambulanza!)

2016-10-07 08:55:14
delinquentidelpallone

1

Serie A: le probabili formazioni della 1a giornata

2017-08-18 11:05:57
delinquentidelpallone

1

La notte del Niño

2016-05-28 09:39:07
delinquentidelpallone

1

Che razza di gol ha fatto Gilardino?

2018-03-29 20:09:56
pagolo

1

Next page