Il pagellone delinquenziale dei Gironi – Prima parte Il pagellone delinquenziale dei Gironi – Prima parte
La fase a girone del Mondiale è oramai alle spalle. E, ahinoi, con un numero minore di partite, diminuisce esponenzialmente la possibilità di vedere... Il pagellone delinquenziale dei Gironi – Prima parte

La fase a girone del Mondiale è oramai alle spalle. E, ahinoi, con un numero minore di partite, diminuisce esponenzialmente la possibilità di vedere i nostri eroi delinquere in campo. Ma, siccome siamo gente con un cuore, non dimentichiamo quello che è successo finora, e vi proponiamo il pagellone delinquenziale della fase a gironi.

Schermata 2014-06-27 alle 00.46.03

 

Sulley Muntari: quindici giorni fantastici per Sulley. Inizia picchiando a più non posso contro gli Stati Uniti, afferrando alla giugulare Jermaine Jones. Prosegue picchiando ancor più forte contro la Germania, beccandosi il secondo cartellino giallo e andando in squalifica. Imperterrito, decide, nei ritagli di tempo, di distribuire mazzette di denaro a grandi e piccini nelle favelas di Fortaleza. Poi, proprio mentre noi ci stavamo disperando perchè avrebbe saltato la grande sfida con Pepe, giunge la notizia della rissa con Boateng e qualche componente dello staff in allenamento e del conseguente allontanamento dal ritiro. Che cosa avremmo potuto chiedere di più a questo ragazzo dal cuore d’oro? Eroico. Voto 10. SULLEY BLOODY SULLEY

 

Schermata 2014-06-27 alle 00.37.58

 

Pepe: i campioni sono tali perchè, quando tutte le luci della ribalta sono puntate su di loro, sono in grado di dare il meglio di sè e far vedere al mondo di che pasta sono fatti. I campioni sono tali perchè sono in grado di far sognare grandi e piccini con le loro gesta, gesta uniche e riconoscibili. Il doppio passo di Ronaldo, i dribbling di Maradona, lo scorpione di Higuita, le scapocciate di Pepe. Già, perchè questo qui ci mette manco mezzora per far decollare il suo mondiale andando fuori di melone. Discussione con Muller, manata, tedesco che stramazza al suolo, Pepe che si avvicina e minaccia di dargli una testata di quelle forti. Poi Muller fa actor studio, ma questo nulla toglie alla grande prestazione di Pepone nostro. Con il Ghana stranamente sotto controllo, il suo mondiale purtroppo finisce troppo presto. Voto 7: CERTEZZA

Schermata 2014-06-25 alle 11.58.10

 

Luis Suarez: Giocasse con la museruola, sarebbe tra i 3 giocatori più forti al mondo. Ma se no, che gusto ci sarebbe? Fanno l’impossibile per farlo tornare in forma prima del mondiale, salta la prima partita, la sua squadra capitola contro la Costa Rica (il Costa Rica? Come diamine si dice?). Torna, fa fuori la “sua” Inghilterra con due grandissimi gol, passa la partita con l’Italia a litigare con Chiellini e poi, nel finale, si esibisce nella specialità della casa: il moccico (cit. Verratti). Ora, viene da chiedersi: già due volte hai tirato un morso ad un avversario, sai che tutti ti aspettano al varco, potresti fare mille cose, tirare gomitate, testate, calcioni, tutto. Invece no. La cattiveria con cui parte e azzanna la spalla di Chiellini è sorprendente, da chi non sa tenere a freno la sua bestialità. Diciamolo, siamo sempre affascinati dal lato oscuro dei giocatori,dai loro punti deboli. Il cannibalismo di Suarez ha quel non so che di perversione, quel tocco di pazzia, che non può lasciarci indifferenti. Voto 10: RECIDIVO

 

song

Alexandre Song: Song, canzone. Si perchè il pugno nella schiena di Mandzu è musica per le nostre orecchie. Non c’è provocazione, non c’è nervosismo, nossignori. Il gesto è stupendo perchè gratuito, immotivato, genuino. Lo sguardo di Song, spensierato fino ad un secondo prima, si intorvisce proprio nell’attimo in cui decide che Mario Mandzukic deve pagare. Non si sa per chi, non si sa per cosa ma stavolta tocca a lui. Certo, forse Mandzukic, per quante ne ha combinate sui campi di calcio, sin dalla tenera infanzia, ne avrà comunque avute di cose per cui pagare. E il destino decide di colpire tramite l’illuminato pugno di Song. Sbem. Voto 9: LUCIDA FOLLIA

 

rebic

Ante Rebic: Pur non avendolo praticamente mai visto giocare ognuno di noi nell’animo sapeva che era un Delinquente fatto e finito. Sarà il suffisso IC, garanzia di criminalità, sarà la provenienza balcanica. Sarà quel che sarà ma questo entra e tempo 5 minuti va sotto la doccia con un pestone gratuito con l’arbitro a un metro. L’augurio è che la vetrina del mondiale sia servita a Montella per capire che Ante Rebic è un giocatore su cui puntare. Perchè diciamolo, forte Gomez, fortissimo Rossi ma senza un figlio di buona donna là davanti vai poco lontano. Voto 7: DELINQUENTE IN RAMPA DI LANCIO

Schermata 2014-06-27 alle 01.17.56

Miguel “El Piojo” Herrera: El Piojo vuol dire pidocchio, ve lo ricorderete per via di Claudio Lopez, un passato alla Lazio, famoso per la sua velocità. Se guardate in faccia per la prima volta questo simpatico omino che siede sulla panchina del Messico, un pidocchio non è certo la prima cosa che vi viene in mente, osservandone la stazza. Vabè, magari da giocatore era minuto e scattante, penserete voi. No, da giocatore era inquartato uguale, solo una lunga chioma bionda in più. Uno di quei personaggi genuini, veri, senza filtri, come piacciono a noi. Basta guardarlo in faccia per volergli fin da subito un bene dell’anima e desiderarlo, bramarlo come padre putativo. Esulta perdendo ogni briciolo di ritegno, insulta a gran voce chiunque, inonda i suoi profili social di selfie in cui non si vede null’altro che il suo quadruplo mento. Voto 8: CONDOTTIERO 

 

medel
Gary Medel:
Se la pubblicità dei minatori cileni rimasti intrappolati per 70 giorni ha fomentato noi a un miliardo di chilometri di distanza, immaginate cosa possa aver smosso nel cuore del Pitbull. Come minimo è entrato in campo credendo di far deflagrare ogni centrimetro di campo e ogni organo avversario. Certe cose in un campo da calcio si possono insegnare, altre si possono imparare, molte altre ancora si possono improvvisare. Ma no, con un cuore grande come quello di Gary Medel ci devi per forza nascere. E, immaginiamo, il meglio deve ancora venire, visto che il suo prossimo avversario ha una ridicola cresta, una faccia da schiaffi e tanta voglia di farsi prendere a calcioni. Vai PItbull, sei tutti noi. VOTO 7: FOMENTATISSIMO

 

yepes
Mario Yepes:
il Capitano, senza troppi giri di parole. Quando l’avversario è pronto ad assediare il nostro Mario si esalta e credeteci, non lo volete avere contro in quel frangente. Scivolate, pericolosissimi interventi da karateka, colpi di testa, urla a compagni ed avversari. Con la perla del finale contro la Costa d’Avorio, dove da praticamente zoppo ha tenuto testa a Didier Drogba. “Non importa quanto stretta sia la porta, quanto carica di punizioni la sentenza, Io sono il padrone del mio destino: Io sono il capitano della mia anima.” Questi versi, forse, erano dedicati a Marione. VOTO 8: TRASCINATORE

 

buffa adani
Federico Buffa e Lele Adani:
Ragazzi, potete fare outing, siete anche voi dei veri cultori della delinquenza. Dove c’è del marcio, del losco, dell’oscuro, c’è Buffa a raccontarlo, e diventa immediatamente leggenda. Innamorati di tutto ciò che è Sudamerica (e Sudamerica spesso fa rima con delinquencia) impreziosiscono la loro prestazione con un racconto della storia della rovesciata dalla spiaggia di Copacabana, con Lele Adani che sfoggia la maglietta firmata Barboni di Lusso. Voto 8: INSIDERS

 

diego
Diego Perez sv
: Tabarez gli preferisce Lodeiro e Stuani, noi preferiamo mandarlo affanculo.

Related Posts

Abbiamo simulato il sorteggio dei gironi della Champions League

2019-08-29 07:54:52
delinquentidelpallone

18

La classifica dei 10 migliori centrali difensivi della Serie A

2019-07-18 20:22:45
delinquentidelpallone

18

Le 5 maglie più belle dei Mondiali di Francia ’98

2019-07-18 11:02:03
delinquentidelpallone

18

La trollata dei tifosi del Liverpool al Manchester United

2019-07-11 10:53:04
delinquentidelpallone

18

I 5 migliori libri sulla storia dei Mondiali

2019-07-10 08:29:32
delinquentidelpallone

18

Il gol più bello dei Mondiali del 2006

2019-06-25 16:57:40
delinquentidelpallone

18

La lista dei 50 giovani più interessanti del mondo nel 2015

2019-05-31 07:58:14
delinquentidelpallone

18

  • Ivo

    giugno 27, 2014 #1 Author

    Sono abruzzese, quindi vengo dalla stessa regione da cui viene Verratti, voi non potete saperlo però si dice “moccicata” non “moccico” 🙂

    Rispondi

Rispondi a Ivo Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *