Il Monaco di Henry ha toccato un nuovo punto basso Il Monaco di Henry ha toccato un nuovo punto basso
Vi avevamo raccontato nei giorni scorsi dell’ultima batosta subita dal Monaco in Ligue 1, quando in casa è stato sconfitto dallo Strasburgo per 1-5.... Il Monaco di Henry ha toccato un nuovo punto basso

Vi avevamo raccontato nei giorni scorsi dell’ultima batosta subita dal Monaco in Ligue 1, quando in casa è stato sconfitto dallo Strasburgo per 1-5.

In quella partita c’erano stati tra l’altro parecchi episodi di nervosismo che avevano riguardato sia i giocatori in campo che l’allenatore, Thierry Henry, che si era lasciato andare a frasi poco ortodosse nei confronti di un avversario.

Ieri il Monaco aveva l’opportunità di riscattarsi in Coppa, contro una squadra di rango inferiore come il Metz, attualmente in seconda serie, ma le cose non sono andate affatto bene.

Non solo il Monaco non si è riscattato ma ha patito un’altra figuraccia perdendo in casa per 1-3. Inoltre il Metz per l’occasione ha impiegato moltissime riserve, sufficienti a quanto pare per avere la meglio su una squadra che sembra completamente allo sbaraglio.

Nonostante i rinforzi di questo mercato invernale, tra i quali l’acquisto prestigioso di Cesc Fabregas dal Chelsea, il Monaco sembra non riuscire a risollevarsi dal periodo estremamente negativo che sta vivendo da inizio anno.

Il cambio in corsa di guida tecnica, con l’arrivo di Henry, non solo non sta dando i risultati sperati ma si sta rivelando semi fallimentare: attualmente in Ligue 1 è al penultimo posto in campionato e, da ieri, fuori anche dalla Coppa di Francia.

Qualcuno, a fine partita, ha domandato all’allenatore se si sentisse già a rischio visti i risultati negativi e questa è stata la risposta: “Sono preoccupato per il Monaco, non per la mia posizione“. Staremo a vedere se verranno prese delle decisioni drastiche nelle prossime ore o nei prossimi giorni o se si deciderà di dare fiducia fino a fino a fine anno a giocatori e allenatore.