Il messaggio di Kepa riguardo all’episodio controverso di ieri Il messaggio di Kepa riguardo all’episodio controverso di ieri
Ieri vi abbiamo raccontato dell’episodio turbolento avvenuto nei minuti conclusivi della finale di Coppa di Lega inglese tra Chelsea e Manchester City, episodio che... Il messaggio di Kepa riguardo all’episodio controverso di ieri

Ieri vi abbiamo raccontato dell’episodio turbolento avvenuto nei minuti conclusivi della finale di Coppa di Lega inglese tra Chelsea e Manchester City, episodio che ha coinvolto Maurizio Sarri ed il portiere Kepa.

La partita si è poi conclusa con la vittoria del City ai calci di rigore ma, come prevedibile, a tenere banco nel post partita è stato soprattutto l'”incidente” di cui vi abbiamo raccontato.

Kepa, che in un primo momento sembrava infortunato e destinato ad uscire dal campo, è voluto rimanere sul terreno di gioco nonostante Maurizio Sarri avesse già preparato il cambio con Caballero pronto a subentrare a bordo campo.

La reazione del tecnico toscano al mancato cambio è stata di quelle furibonde, ma nel post partita è arrivata la spiegazione dello stesso allenatore, il quale ha chiarito che si è trattato di un grosso malinteso tra lui, il giocatore e lo staff medico.

In tarda serata sono arrivate anche le parole del portiere Kepa, affidate ad un post su Instagram, nel quale sostanzialmente l’estremo difensore chiede scusa e conferma la versione dell’equivoco data da Maurizio Sarri.

View this post on Instagram

Disgustados y tristes por no podernos llevar el titulo, hemos luchado hasta el final contra un gran equipo. Seguiremos trabajando para ser mas fuerte. También me gustaría aclarar algún hecho del partido de hoy: Lo primero de todo lamento como ha sido el final de la prorroga, quiero decir que en ningún momento ha sido mi intención desobedecer al técnico o ninguna de sus decisiones. Creo que todo ha sido un mal entendido a altas pulsaciones y en el tramo final de un partido por un titulo. El entrenador ha pensado que no estaba en condiciones de seguir y mi intención ha sido expresarle que estaba en buenas condiciones de seguir ayudando al equipo, mientras el cuerpo medico que me había atendido llegaba al banquillo y daba el mensaje. Siento de nuevo la imagen que se ha proyectado, no siendo en ningún caso mi intención dar esta imagen y pidiendo disculpas. Upset and sad for not being able to take the title, we fought until the end against a great team. We will continue working to be stronger. I would also like to clarify some facts of today's match: First of all I regret how the end of the match has been portrayed. At no time has it been my intention to disobey the coach or any of his decisions. I think everything has been misunderstood in the heat of the final part of a match for a title. The coach thought I was not in a position to play on and my intention was to express that I was in good condition to continue helping the team, while the docs that had treated me arrived at the bench to give the message. I feel the image that has been portrayed was not my intention. I have full respect for the coach and his authority.

A post shared by Kepa Arrizabalaga Revuelta (@kepaarrizabalaga) on

All’inizio Kepa si dice dispiaciuto per come si è conclusa la partita, nonostante abbiano lottato contro una grande squadra. Poi la parte più interessante, dove fornisce la spiegazione dell’episodio controverso: “Per prima cosa mi rammarico per come si è concluso il finale di partita, non era nelle mie intenzioni disobbedire in alcun modo al tecnico o alle sue scelte.

Penso che sia stato tutto un fraintendimento dovuto al finale concitato di un match per un trofeo. L’allenatore pensava non fossi in grado di proseguire mentre io volevo fargli capire che potevo andare avanti anche grazie ai medici che sono stati tempestivi nei loro massaggi.

La scena che si è verificata non era nelle mie intenzioni, ho pieno rispetto del tecnico e della sua autorità.”

Il caso sembra quindi rientrato, con i due protagonisti principali della vicenda che hanno fornito la medesima versione e, verosimilmente, hanno già avuto modo di confrontarsi come auspicato da Sarri nel post partita, il quale aveva detto che era necessario un chiarimento per evitare che episodi del genere si potessero ripetere in futuro.