Il magazziniere che è finito dentro FIFA 18 Il magazziniere che è finito dentro FIFA 18
Quanti di voi hanno sognato di finire dentro FIFA, prendere il controllo del proprio giocatore, e divertirsi con il proprio avatar virtuale? Deve averlo... Il magazziniere che è finito dentro FIFA 18

Quanti di voi hanno sognato di finire dentro FIFA, prendere il controllo del proprio giocatore, e divertirsi con il proprio avatar virtuale?

Deve averlo pensato anche Tommy Käßemodel, che è uno dei 10 calciatori con il valore più basso all’interno di FIFA 18, ma che, in realtà, non è nemmeno un calciatore.

Tommy, infatti, è il magazziniere della squadra tedesca dell’Erzgebirge Aue, che milita in Zweite Bundesliga, la seconda serie del calcio tedesco.

E, soprattutto, è uno dei calciatori della squadra all’interno di FIFA 18, con il valore di 46, come detto il più basso del videogioco, che condivide con altri 9 calciatori della famosa simulazione calcistica.




Ma come ha fatto Tommy Käßemodel a finire dentro FIFA 18 senza essere un calciatore?

In effetti, andando a curiosare nel profilo Twitter dell’Erzgebirge Aue, troviamo diverse foto di Tommy, che ha 29 anni e, proprio come testimoniano le foto, sistema le maglie della squadra, mette a posto gli spogliatoi, insomma è a tutti gli effetti un magazziniere.

Il mistero, però, è presto risolto: Tommy ha un passato da calciatore a livelli non eccelsi, e ha appeso gli scarpini al chiodo 5 anni fa, quando è entrato nello staff dell’Erzgebirge Aue, dove aveva anche giocato per qualche anno, nelle giovanili.

Il regolamento del calcio tedesco prevede che ogni squadra debba avere nella propria rosa almeno 4 giocatori cresciuti nel vivaio della squadra: al momento di compilare la rosa per la stagione 2017-18, l’Aue ha fatto due conti, e ha trovato più comodo inserire, nella propria rosa, il magazziniere, che era effettivamente cresciuto nelle giovanili della squadra.

Tommy non è mai sceso in campo con la squadra, e la sua presenza nella rosa è solo formale: ma per FIFA, a tutti gli effetti, è un calciatore dell’Erzgebirge Aue, e quindi è stata preparata anche la sua versione virtuale, che, appunto, è risultata essere particolarmente scarsa.

Ma poco importa: il magazziniere, tornato a casa dopo una dura giornata di lavoro, può togliersi una soddisfazione. Buttarsi sul divano, prendere in mano il proprio avatar virtuale, e sfidare a colpi di dribbling, scatti e tiri in porta Messi, Ronaldo e Neymar.

Valerio Nicastro
twitter: @valerionicastro