Il Liverpool non sa più segnare Il Liverpool non sa più segnare
Era davvero da parecchio tempo che non vedevamo il Liverpool così in difficoltà, ma in questa strana stagione anche questo ci è toccato. Ieri... Il Liverpool non sa più segnare

Era davvero da parecchio tempo che non vedevamo il Liverpool così in difficoltà, ma in questa strana stagione anche questo ci è toccato.

Ieri sera i Reds hanno perso l’imbattibilità casalinga in campionato che durava da ben 68 partite, una striscia che sembrava non avere fine; ad espugnare Anfield è stato il coriaceo Burnley di Sean Dyche, al quale è bastato il rigore segnato da Barnes a 7 minuti dalla fine.

La classifica, adesso, comincia davvero a preoccupare i Reds, anche se il tempo per recuperare non mancherebbe: il Manchester City, dopo aver recuperato le partite che gli mancavano, è tornato alla carica, il Manchester United ha resistito nello scontro diretto ed è rimasto in testa.

Adesso lo United comanda a quota 40, City e Leicester inseguono a 38, il Liverpool è quarto con 34 punti, con il rischio di essere addirittura scavalcato dal Tottenham, 33 punti e una partita in meno dei Reds. E anche l’Everton ha due punti da recuperare ma due partite in meno della squadra di Klopp.

Insomma, il rischio, al momento, è addirittura quello di finire fuori dalla top 4.

Colpa di un attacco che sembra essersi inceppato: nelle ultime 5 partite di campionato il Liverpool ha segnato un solo gol, nel pareggio per 1-1 contro il WBA, ed è a secco da ben 438 minuti. Qualcosa di impensabile fino a poco tempo fa, che sta complicando e non poco la stagione della squadra di Jurgen Klopp.

PUOI LEGGERE ANCHE:

Lo stadio poetico in cui il Barcellona ha giocato ieri sera

La risposta della Repubblica Ceca ai 760 gol di Cristiano Ronaldo

I due nuovi acquisti dell’Empoli