Foto: ravennaedintorni.it Tutto vero, non stiamo provocando, non stiamo mettendo in piedi una megarissa da bar. La notizia ci giunge da Faenza, ed è...

Foto: ravennaedintorni.it Tutto vero, non stiamo provocando, non stiamo mettendo in piedi una megarissa da bar. La notizia ci giunge da Faenza, ed è abbastanza particolare. Due ladri, che avevano ripulito una lavanderia (scusate, non volevamo) sono infatti stati beccati grazie ai filmati delle telecamere a circuito chiuso. Fin qui, tutto regolare, e, direte voi, cosa diamine c’entra il calcio?

C’entra, c’entra: perchè guardando i filmati delle telecamere, gli investigatori hanno notato un particolare curioso che li ha spinti verso l’identificazione dei due colpevoli. Uno dei due, infatti, fuggiva in bicicletta con la maglia dell’Inter, la 23 di Andrea Ranocchia (anche se dalla foto non si vede benissimo: potrebbe anche essere una vintage di Materazzi) Bottino: qualche spicciolo, un’aspirapolvere e un ventilatore (d’altronde fa ancora caldo).

I carabinieri, che erano già a conoscenza della fede sportiva del ragazzo, peraltro già noto alle forze dell’ordine, hanno fatto due più due e si sono presentati presso il suo domicilio prelevandolo. E, probabilmente, lo hanno rimproverato per non aver messo la maglia di Medel, o magari quella del nuovo acquisto Felipe Melo.