L’estate scorsa Graziano Pellé è stato sulla bocca della maggior parte degli appassionati di calcio italiani per colpa di quel rigore contro la Germania,...

L’estate scorsa Graziano Pellé è stato sulla bocca della maggior parte degli appassionati di calcio italiani per colpa di quel rigore contro la Germania, con l’improvvido gesto del cucchiaio mimato a Neuer prima di sparare fuori il pallone in maniera abbastanza inguardabile.

Da quel momento, l’attaccante italiano è finito in Cina, a guadagnare una somma tutt’altro che trascendentale allo Shandong Luneng.

L’anno scorso, la punta salentina aveva segnato 5 gol in 13 partite con la sua nuova squadra, mentre quest’anno le cose sembrano andare un po’ peggio.

In 14 partite, fin qui, Pellé aveva segnato solamente due reti.

Almeno fino ad oggi, quando, nella partita contro il Beijing Guoan (nel momento in cui vi scriviamo il match è all’intervallo sul punteggio di 2-2) ha trovato il suo terzo gol stagionale, un gol che vale davvero la pena fermarsi a guardare.

Questa la perla che ha trovato Pellé, che è valsa il gol del momentaneo 1-0 per la sua squadra.

Come sempre, ormai un’abitudine, rivedibile il posizionamento e il goffo tentativo di intervento da parte del portiere avversario. Diciamo che, forse, in Cina i portieri non sono dei campioni.

Il che, però, niente toglie al bel gesto di Pellé, notevole per coordinazione e capacità di trovare la porta con un bel tiro al volo.