Il giocatore di club più titolato al mondo? Non ve lo immaginereste mai. Il giocatore di club più titolato al mondo? Non ve lo immaginereste mai.
Nel calcio non sempre forte fa rima con vincente, anzi è pieno di esempi di calciatori molto forti che, a fine carriera, hanno raccolto... Il giocatore di club più titolato al mondo? Non ve lo immaginereste mai.

Nel calcio non sempre forte fa rima con vincente, anzi è pieno di esempi di calciatori molto forti che, a fine carriera, hanno raccolto molto meno di ciò che avrebbero meritato.

Al tempo stesso ci sono altrettanti calciatori, meno dotati dal punto di vista tecnico o comunque meno appariscenti, che hanno avuto la bravura di trovarsi al posto giusto nel momento giusto, non sempre recitando il ruolo di protagonisti ma portando comunque un tassello, piccolo, ma altrettanto fondamentale.

Quando pensiamo a calciatori vincenti la nostra mente va immediatamente ai mostri sacri come Messi, Ronaldo, Iniesta, Xavi, magari a Giggs o Ibrahimovic.

Difficilmente pensiamo a qualche giocatore dal nome molto meno altisonante ma in grado di vincere, nel corso degli anni, veramente tantissimo.

E’ questo il caso di Maxwell, l’esterno del PSG, passato anche in Italia con la maglia dell’Inter. La sua carriera è quasi sempre vissuta nell’ombra di Ibrahimovic, avendo percorso in gran parte le medesime tappe.

Ajax, Inter, Barcellona e Psg. La bravura, e in qualche caso la fortuna, di Maxwell è quella di essersi sempre trovato nella squadra giusta quando questa ha alzato dei trofei importanti.

Nel corso della sua carriera, iniziata nel 2000 al Cruzeiro, l’esterno brasiliano ha collezionato ben 36 trofei con i vari club, un’enormità se pensate che uno come Giggs, tra i più vincenti, si è fermato a quota 34.

Come potete vedere la ripartizione è ben equilibrata tra Francia, Spagna, Olanda ed Italia (dove con l’Inter ha conquistato 5 trofei).

Indubbiamente la lunga permanenza in un campionato come quello francese, monopolizzato negli ultimi anni dal Psg, ha aiutato ma va comunque riconosciuto gran parte del merito al giocatore, bravo a ritagliarsi uno spazio, seppur sempre più piccolo, in una squadra costellata di stelle.

Nel palmares di Maxwell, per quel che riguarda i club, non manca proprio nulla, alzi la mano chi lo avrebbe mai detto!