Il Getafe è finalmente riuscito a tirare in porta Il Getafe è finalmente riuscito a tirare in porta
Il Getafe è una squadra che noi – che immagino abbiate ormai capito abbiamo dei gusti assolutamente particolari – seguiamo da qualche anno con... Il Getafe è finalmente riuscito a tirare in porta

Il Getafe è una squadra che noi – che immagino abbiate ormai capito abbiamo dei gusti assolutamente particolari – seguiamo da qualche anno con molto interesse.

La compagine allenata da Pepe Bordalas si è messa in mostra nelle ultime stagioni per essere riuscita a raggiungere posizioni di rilievo, ed essersi anche affacciata in Europa, nonostante budget non propriamente di primo piano e con un gioco che ricorda molto da vicino quello dell’Atletico Madrid delle origini, quello duro e puro, che portava il suo concetto di calcio all’estremo.

Quest’anno, però, l’esperimento del Getafe non sta andando alla grande, e le zone nobili della classifica sono solamente un lontano ricordo.

Anche ieri sera è arrivata una sconfitta contro il Betis, la quarta consecutiva e la quinta nelle ultime sei partite, una sconfitta che adesso lascia il Getafe con solo 3 punti di margine sulla zona retrocessione.

A preoccupare è l’attacco asfittico della squadra di Bordalas, il peggiore della Liga con 17 gol segnati in 24 partite. Ma, soprattutto, il Getafe è arrivato ormai alla quinta partita consecutiva senza segnare gol, con l’ultima rete messa a segno da Cucurella nella sconfitta per 5-1 contro l’Athletic Bilbao.

Il problema, però, è che per parecchio tempo non erano nemmeno riusciti a tirare in porta: il Getafe, infatti, per ben 3 partite di fila, quelle contro Siviglia, Real Madrid e Real Sociedad, ha terminato il match senza fare nemmeno un tiro nello specchio della porta.

Un digiuno interrotto ieri sera, al settantesimo minuto del match contro il Betis, dal colpo di testa di Soufiane Chakla. Il primo tiro in porta dopo 390 minuti, qualcosa di veramente impressionante.

In attesa di tornare a segnare, il Getafe può “consolarsi” con un altro primato, quello dei cartellini: con 79 ammonizioni e 4 espulsioni guida con distacco questa speciale classifica.

PUOI LEGGERE ANCHE:

Il nuovo proprietario del Sunderland ha 23 anni

Il Barcellona deve fare il tifo per l’Atletico Madrid

I giocatori che hanno segnato più gol nel derby di Milano