Il dubbio di Simone Inzaghi per lo sprint finale del campionato Il dubbio di Simone Inzaghi per lo sprint finale del campionato
La conclusione del campionato di Serie A sembra ormai sempre più probabile, con la ripartenza che dovrebbe essere fissata per il 13 giugno. Le... Il dubbio di Simone Inzaghi per lo sprint finale del campionato

La conclusione del campionato di Serie A sembra ormai sempre più probabile, con la ripartenza che dovrebbe essere fissata per il 13 giugno.

Le squadre italiane hanno così ricominciato a lavorare sul campo, per arrivare in forma all’appuntamento con le prime partite ufficiali, pur consapevoli delle difficoltà inevitabili che ci saranno.

Prima della sosta la Lazio di Simone Inzaghi era lanciatissima, inseguiva la Juventus a un punto, e sperava per lo sprint finale di poter approfittare della mancanza delle coppe europee; se la Juventus avesse superato gli ottavi di finale di Champions, avrebbe dovuto fare i conti con il doppio impegno, mentre i biancocelesti avrebbero potuto giocare una volta a settimana.

Con la sospensione del campionato, invece, le squadre adesso saranno costrette a uno sprint finale che costringerà a giocare 12-13 partite in una finestra temporale esigua. E, in un certo senso, questo vantaggio della Lazio verrà meno.

Anzi, Simone Inzaghi si troverà di fronte a un dubbio importantissimo da sciogliere: le sue riserve saranno all’altezza dei titolari?

Fin qui, Inzaghi ha fatto tantissimo affidamento sui suoi titolari, e ha schierato quasi sempre i suoi fedelissimi, tanto è vero che ben 8 giocatori erano andati oltre quota 2.000 minuti giocati.

Se la Lazio vorrà essere competitiva, dovrà fare affidamento, come tutte le altre squadre, a parecchio turnover. E così Inzaghi dovrà concedere spazio ai vari Caicedo (che tra l’altro era già quasi diventato un titolare), Parolo, Cataldi, Patric, Bastos e Jony, fin qui utilizzati molto meno rispetto ai titolari.

Dalla risposta a questa domanda, probabilmente, passeranno i sogni scudetto della Lazio.