Il dubbio del Napoli da risolvere al più presto Il dubbio del Napoli da risolvere al più presto
Si sapeva da diverse settimane, e ora che ci si ritrova a metà del guado, e forse un po’ oltre, è diventato ancora più... Il dubbio del Napoli da risolvere al più presto

Si sapeva da diverse settimane, e ora che ci si ritrova a metà del guado, e forse un po’ oltre, è diventato ancora più palese.

Il calendario, nel mese di febbraio, metteva il Napoli di fronte a sfide che avrebbero potuto scrivere il destino di questa stagione. Nel giro di una ventina di giorni gli Azzurri hanno affrontato partite decisive in Coppa Italia, in Europa League e in campionato.

E ora che questo tour de force sembra avviarsi alla conclusione, dal diradarsi della nebbia il Napoli sembra uscire con la conta dei danni da fare.

Eliminazione in Coppa Italia, missione qualificazione in salita in Europa League, classifica in campionato che comincia a essere davvero difficile.

LE COSE SI STANNO METTENDO MALE PER IL TOTTENHAM

La sconfitta di Bergamo, infatti, ha visto la squadra di Gattuso scivolare a -3 dal quarto posto, pure con una partita da recuperare, quella ormai famosa contro la Juventus, ma con una vittoria di stasera dei bianconeri contro il Crotone, i punti potrebbero diventare 4. A salvare un po’ la situazione, sono arrivate le battute di arresto di Roma e Milan, ma in generale, visto anche il rientro della Lazio, la situazione sembra essersi fatta piuttosto intricata lì al vertice.

Il problema è che quasi nessuno, a Napoli, sembra nutrire ottimismo in vista dello sprint finale. Sono settimane che la panchina di Gattuso sembra essere in bilico, ma per il momento Rino è rimasto ancora in sella.

IL MIRACOLO DEL CADICE

Il dubbio, adesso, è davvero legittimo: il Napoli si sta chiedendo se esonerare il suo allenatore, se provare a svoltare la stagione con un cambio di panchina. La squadra, al momento, sembra davvero non trovare più i giri giusti, anche se l’attenuante dei tanti infortuni, anche di giocatori chiave, non è proprio campata per aria.

Il Napoli, però, non può permettersi di sbagliare questa scelta. Cambiare allenatore potrebbe essere un punto di svolta, come lo fu l’anno scorso, ma farlo in un momento delicato è un rischio, il rischio che, se le cose vadano male, si possa rimanere addirittura fuori dalle coppe. Il che, soprattutto in questo periodo, sarebbe davvero un guaio troppo grosso.

Le prossime saranno ore di riflessione, e da questa riflessione, probabilmente, dipenderà il futuro della stagione del Napoli, e la possibilità di allontanare queste nubi che svolazzano sulla testa degli Azzurri.