Il Muro Giallo del Westfalenstadion di Dortmund non è solamente il dodicesimo uomo in campo quando il BVB gioca le sue partite in casa....

Il Muro Giallo del Westfalenstadion di Dortmund non è solamente il dodicesimo uomo in campo quando il BVB gioca le sue partite in casa. No, il Muro Giallo di Dortmund sa anche rendersi protagonista di gesti che tolgono il fiato. Anche quando il pallone c’entra poco o nulla.

Ieri era una giornata abbastanza delicata per il Borussia. In casa contro il Mainz, la vecchia squadra del suo allenatore Thomas Tuchel, doveva vincere per mantenere il passo del Bayern Monaco e provare a tenere vive le speranze di completare una clamorosa rimonta ai danni dei bavaresi. Ma lo stadio, ieri, era insolitamente silente. C’era qualcosa che non andava, qualcosa che turbava le migliaia di persone che affollavano le gradinate della Sudtribune, quella che ospita il tifo più caloroso.

Il motivo è stato presto spiegato, anche grazie a quanto trapelato dai social network. Poco prima del fischio di inizio della partita, uno storico tifoso del Dortmund di 80 anni ha avuto un malore sugli spalti. Niente da fare, soccorsi vani. Dopo un po’ arriva la notizia che le cure non sono servite, il tifoso è morto. E, per qualche curioso intrigo del destino, anche un altro tifoso si è sentito male. Lui, però, ce la fa a salvarsi.

Il cuore del tifo del Borussia Dortmund rimane insolitamente silenzioso per tutta la gara. Le due reti con cui i gialloneri sconfiggono il Mainz vengono accolte con inspiegabile – per chi non sa- freddezza. C’è poca voglia di festeggiare. Anche a fine partita, quando solitamente i tifosi ringraziano i calciatori per la prestazione, niente voglia di fare baccano.

Solo un ultimo, commosso e sentito omaggio al tifoso che se n’è andato nel modo in cui forse aveva sognato, tifando i suoi colori: il Muro Giallo del Westfalenstadion regala un’interpretazione da brividi di “You’ll never walk alone” per rendere omaggio al tifoso.

A fine partita Thomas Tuchel sintetizza così la strana giornata di orgoglio Borussia:

Per come è calato il silenzio avevo capito fosse successo qualcosa di grave, ma per molto tempo non sapevo cosa. Sappiamo tutti che ci sono cose molto più importanti del calcio.