In questi anni stiamo assistendo alla crescita esponenziale dei social network anche nel mondo dello sport, e ovviamente in quello del calcio. Sempre più...

In questi anni stiamo assistendo alla crescita esponenziale dei social network anche nel mondo dello sport, e ovviamente in quello del calcio.

Sempre più squadre utilizzano i vari canali social per comunicare in maniera veloce, brillante e vicina al suo pubblico di riferimento.

Insomma, anche nel calcio, saper utilizzare in maniera originale e innovativa i social network – e tutti i contenuti multimediali che vengono comunicati su quegli stessi canali – sta diventando un must.

All’estero, in particolare in Inghilterra, sono tante le squadre che hanno un occhio di riguardo per la loro comunicazione tramite i social media, e non mancano gli esempi.

Anche la presentazione o l’annuncio di un giocatore, per alcuni club di Premier League, possono diventare un’occasione per innovare i linguaggi o per divertire i propri tifosi per qualche minuto.

In questi giorni il Chelsea di Antonio Conte ha chiuso l’acquisto di Antonio Rudiger dalla Roma, e proprio poche ore fa è arrivata l’ufficialità dalla viva voce dei Blues. Che, per presentare il difensore tedesco, hanno scelto di produrre un breve video, molto originale e simpatico.

Un bambino entra in uno degli shop del Chelsea, e compra una maglia del Chelsea insieme al padre: adesso, però, bisogna scegliere il nome da mettere dietro quella maglia…

Il bambino non vuole sentire ragioni, vuole il nome di Rudiger: la commessa, allora, va un attimo in magazzino a vedere cosa si può fare per accontentarlo, ed è in quel momento che sbuca fuori il buon Tonino che annuncia di essere appena diventato un giocatore del Chelsea.

Insomma, un modo veloce, simpatico e originale, preferito a uno scarno e asettico comunicato stampa: sarà questa la comunicazione del futuro? Sui social network, di certo, è quella vincente.