In questa triste domenica, dopo la notizia dell’improvvisa scomparsa del capitano della Fiorentina Davide Astori, parlare di calcio giocato è difficile, quasi impossibile. Ma...

In questa triste domenica, dopo la notizia dell’improvvisa scomparsa del capitano della Fiorentina Davide Astori, parlare di calcio giocato è difficile, quasi impossibile.

Ma in un certo senso, andare avanti e continuare a emozionarsi e sognare grazie a quel pallone che rotola su un prato verde, forse è il modo migliore per rendere omaggio alla memoria di un ragazzo che ci ha lasciato, e che proprio con quel pallone si era fatto conoscere da noi.

Se in Serie A e B le partite sono state rinviate in segno di lutto, in Spagna si giocava invece  il big match tra Barcellona e Atletico Madrid.

I blaugrana, dopo il pareggio contro il Las Palmas, vedevano i Colchoneros avvicinarsi alla vetta, e avevano la possibilità di allontanare di nuovo la loro più diretta inseguitrice nella partita di oggi al Camp Nou.

E al momento, come sempre, decide un capolavoro di Leo Messi, arrivato su punizione.

Al 26′ l’argentino ha messo a segno una punizione dalla sua mattonella preferita, una parabola che Oblak non è riuscito a leggere, in nessun modo.

Questo il gol della Pulce, catturato direttamente dalle tribune del Camp Nou.

Un capolavoro che, in questo pomeriggio tristissimo, ci riconcilia per un attimo con il pallone. E ci ricorda che, nonostante tutto, siamo qui per sognare, e sono magie come queste che ci possono aiutare a superare i momenti più bui.