Il Bolton non se la sta passando benissimo Il Bolton non se la sta passando benissimo
Il Bolton è una delle squadre più antiche d’Inghilterra, una di quelle squadre nate nei primissimi anni del football, quando era ancora da pionieri.... Il Bolton non se la sta passando benissimo

Il Bolton è una delle squadre più antiche d’Inghilterra, una di quelle squadre nate nei primissimi anni del football, quando era ancora da pionieri.

La squadra di Horwich venne infatti fondata nel 1874, e, seppur senza vincere tantissimi trofei, è stata parte integrante della storia del calcio inglese per molti anni.

Nella sua bacheca ci sono 4 FA Cup (l’ultima vinta nel 1958) e 1 Community Shield, mentre per i più giovani restano nella mente le imprese compiute dal Bolton tra il 2004 e il 2007, quando i Trotters si spinsero fino al sesto posto della Premier League, e si fecero vedere anche per un paio di anni in Coppa UEFA, dimostrando di poter essere all’altezza delle famigerate Big 6.

Negli ultimi anni, però, le cose non sono andate benissimo, e oggi il Bolton sta vivendo il periodo peggiore della sua storia.

Nel 2012, infatti, arrivò la prima retrocessione dalla Premier League alla Championship, seguita poi nel 2016 da un’altra retrocessione in League One. Nel 2017 il Bolton tornò di nuovo in Championship, ma si trattò solo di un fuoco di paglia.

Insieme ai problemi finanziari, infatti, sono arrivate altre due retrocessioni: nel 2019 una nuova retrocessione in League One, e qualche mese fa, dopo 12 punti di penalizzazione e l’ingresso in amministrazione controllata, addirittura quella in League Two.

Nello scorso fine settimana, è cominciato appunto il campionato di League Two, e il Bolton ha perso 1-0, in casa, contro il Forest Green Rovers, raggiungendo così il punto più basso della sua storia da parecchi anni a questa parte.

Ora, però, con una nuova proprietà, si spera di poter ricominciare a risalire la piramide del calcio inglese, per provare a riportare il Bolton, piano piano, nell’elite del football.