Il bizzarro motivo per cui Atlanta non ha potuto giocare nel suo stadio di casa Il bizzarro motivo per cui Atlanta non ha potuto giocare nel suo stadio di casa
Nella notte italiana si è giocato il ritorno degli ottavi di finale della CONCACAF Champions League, l’equivalente della Champions League europea per quel che... Il bizzarro motivo per cui Atlanta non ha potuto giocare nel suo stadio di casa

Nella notte italiana si è giocato il ritorno degli ottavi di finale della CONCACAF Champions League, l’equivalente della Champions League europea per quel che riguarda nord e centro America.

Le due squadre coinvolte erano Atlanta e Herediano, quest’ultima è una squadra del Costa Rica che all’andata, tra le mura amiche, si era imposta per 3-1.

Il ritorno era quindi molto importante per Atlanta, che doveva cercare di ribaltare il passivo dell’andata potendo contare sul proprio pubblico e sullo stadio di casa, rappresentato da quel gioiello del Mercedes-Benz Stadium.

Questo almeno sulla carta perché in pratica la squadra vincitrice dell’ultima MLS ha dovuto traslocare presso il Fifth Third Bank Stadium, in quanto lo stadio di casa era occupato.

Cosa c’era di tanto importante, direte voi, per far traslocare una delle migliori squadre di calcio d’America in occasione di un match così decisivo? La risposta non è probabilmente quella che vi aspettereste: il Mercedes-Benz Stadium, infatti, era occupato da una rassegna di Monster Truck.

Sì, proprio quei veicoli strambi con le ruote enormi che fanno mille evoluzioni e piroette, per i quali la gente, soprattutto negli USA, va pazza.

In ogni caso Atlanta ha vinto la partita per 4-0, grazie alla doppietta di Josef Martinez, diventato una vera e propria macchina da gol in America, Julian Gressel e Leandro Gonzalez Pirez.

Non tutto il male, come si suol dire, viene per nuocere ed in questo caso è andata bene nonostante questo inconveniente logistico.

Related Posts