Ieri sera, con la vittoria della Tunisia ai rigori contro il Ghana, si è completato il quadro dei quarti di finale della Coppa d’Africa....

Ieri sera, con la vittoria della Tunisia ai rigori contro il Ghana, si è completato il quadro dei quarti di finale della Coppa d’Africa.

Il torneo, fino a questo momento, è stato molto sorprendente e ha ribaltato tutti i pronostici; molte delle favorite che sono già andate fuori e nelle ultime 8 sono rimaste tante squadre che a inizio manifestazione non erano certamente considerate tra quelle che potevano arrivare fino in fondo.

Tra di loro c’è sicuramente il Benin, che ha sconfitto il Marocco ai calci di rigore agli ottavi di finale, al termine di una partita al cardiopalma (con Ziyech che ha sbagliato il rigore al termine dei tempi regolamentari che poteva chiudere la contesa senza supplementari).

E proprio il Benin potrebbe riuscire in un’impresa veramente degna di nota.

La nazionale degli Scoiattoli (eh, questo è il loro soprannome, cosa volete da noi?) è infatti alla sua quarta partecipazione nella sua storia in Coppa d’Africa, e, udite udite, non ha ancora mai vinto una partita. Sì, non solo in questa manifestazione, proprio nella sua storia!

Il bilancio della sua storia nella manifestazione vede quattro partecipazioni (2004, 2008, 2010, 2019) ma ancora nessuna vittoria, a fronte di 13 partite disputate, terminate con 5 pareggi e 8 sconfitte.

In questa edizione, il Benin si è qualificata come una delle migliori terze nel girone con Ghana, Camerun e Guinea-Bissau: sono bastati tre pareggi, di cui ben due per 0-0 per arrivare agli ottavi di finale, dove, come detto il Benin si è qualificato dopo i calci di rigore contro il Marocco.

Adesso la nazionale allenata da Michel Dussuyer affronterà il Senegal ai quarti di finale, e naturalmente partirà da sfavorito. Ma, visto come stanno andando le cose, la sfangata perfetta potrebbe anche essere dietro l’angolo…