Il bellissimo gesto di Pepe prima di rescindere con il Besiktas Il bellissimo gesto di Pepe prima di rescindere con il Besiktas
Negli anni passati vi abbiamo spesso raccontato di Pepe, difensore della Nazionale portoghese ed ex Real Madrid, per le sue intemperanze caratteriale che spesso... Il bellissimo gesto di Pepe prima di rescindere con il Besiktas

Negli anni passati vi abbiamo spesso raccontato di Pepe, difensore della Nazionale portoghese ed ex Real Madrid, per le sue intemperanze caratteriale che spesso gli sono costate care.

Da qualche tempo a questa parte il difensore, nel frattempo approdato al Besiktas, sembra aver messo a posto la testa ed è diventato praticamente inappuntabile dal punto di vista disciplinare. Purtroppo, aggiungeremmo noi.

In ogni caso le sue qualità non sono mai state in discussione: Pepe è un buonissimo difensore che ha anche la capacità di rendersi spesso pericoloso in zona gol, come dimostrano le cinque reti realizzate in questa stagione in 17 presenze.

Per la sua squadra però non è un momento per nulla facile in quanto al Besiktas, stando a quel che si legge, ci sarebbero gravi problemi finanziari che metterebbero a rischio il futuro della società.

Ci sarebbe proprio questo problema dietro alla rescissione del portoghese, non ancora ufficiale ma data per certa, che nei prossimi giorni non sarà più un giocatore del Besiktas e si potrà accasare da Gennaio in un’altra squadra.

Nel frattempo però Pepe ha voluto dare prova del suo spessore umano pagando lo stipendio, che ancora non avevano ricevuto, a tutti i membri dello staff del club turco, dai cuochi ai giardinieri, senza tralasciare nessuno.

Un gesto, riportato da vari quotidiani e media, che testimonia la generosità del calciatore e la riconoscenza verso professionisti che, seppur nell’ombra, gli hanno permesso di potersi esprimere ad alto livello.

Un applauso quindi per il bellissimo gesto: staremo a vedere dove e se proseguirà la carriera di Pepe, la cui età inizia ad essere piuttosto importante, con 35 anni sul groppone.

Secondo voi potrebbe fare ancora un paio di stagioni di buon livello in un campionato competitivo?