Il Manchester City di Pep Guardiola ha vinto il titolo di Premier, ma, dal momento che la vittoria ufficiale è giunta grazie alla sconfitta...

Il Manchester City di Pep Guardiola ha vinto il titolo di Premier, ma, dal momento che la vittoria ufficiale è giunta grazie alla sconfitta dello United, l’allenatore catalano non ha potuto festeggiare insieme al suo staff e ai suoi giocatori.

Così, alla prima occasione utile, Pep ha riunito squadra e staff, e ha tenuto un discorso davvero molto bello, un ringraziamento sentitissimo e affettuoso.

Il discorso è stato immortalato dalle telecamere della tv ufficiale del Manchester City, ed è questo che vi riportiamo integralmente.

Non siamo riusciti a festeggiare tutti insieme il giorno in cui siamo diventati campioni, perché eravamo a casa, quindi mi trovo di fronte a quello che potrebbe essere il discorso più semplice, ma anche quello più difficile da fare.

Congratulazioni a tutti, siamo campioni, i migliori in Inghilterra! Un sogno che si realizza, che vogliamo condividere con voi, perché senza la vostra incredibile dedizione non saremmo mai riusciti a raggiungere questo risultato. Qui non è questione di vincere o perdere una o due partite, ma di essere presenti ogni giorno, per 9 mesi, uno vicino all’altro, costruendo uno spirito unico per tutte le persone all’interno della squadra.

Nello spogliatoio era facile percepire il vostro legame, la vostra amicizia, senza la quale non sarebbe stato possibile per noi arrivare dove siamo arrivati. Impossibile farlo se non si è delle belle persone, se non si accettano gli altri, se non si costruisce qualcosa di più.

Noi siamo riusciti a essere migliori di altre 19 squadre, tutto qui. Voi invece avete fatto molto di più. Ogni giorno vi siete presi cura di noi e per questo meritate tutto il mio rispetto. Rimarrete per sempre nel mio cuore fino all’ultimo giorno della mia vita. Sono certo di questo.

Quello che ho sentito e provato in questa stagione è veramente qualcosa di inimmaginabile. Per questo adesso, prima che questa giornata sia finita, voglio vedervi tutti  in campo per scattare una foto tutti insieme. Prima, però, voglio ancora ricordarvi una cosa: siete il miglior staff che un allenatore possa desiderare“.