Igor Akinfeev e una notte difficile da dimenticare Igor Akinfeev e una notte difficile da dimenticare
Nel corso degli ultimi 11 anni, Igor Akinfeev, in Champions League, ha preso gol praticamente da tutte le squadre che ha incrociato sul suo... Igor Akinfeev e una notte difficile da dimenticare

Nel corso degli ultimi 11 anni, Igor Akinfeev, in Champions League, ha preso gol praticamente da tutte le squadre che ha incrociato sul suo cammino.

Non che il CSKA Mosca sia mai stata una corazzata, ma il dato statistico era impressionante; prima che il portiere russo mantenesse inviolata la sua porta nel corso del match contro il Benfica del 22 novembre 2017, erano state 43 le partite in cui Akinfeev aveva subito almeno un gol.

Democraticamente, gli avevano segnato tutti. Dalle grandi d’Europa, il Manchester United, il Bayern Monaco, l’Inter, il Real Madrid, il Manchester City, la Roma, il Tottenham, fino alle squadre meno prestigiose, come il Viktoria Plzen, il Lille, il Trabzonspor.

Insomma, Igor Akinfeev, ieri sera, si aspettava probabilmente di finire sotto un bombardamento di reti dai campioni d’Europa in carica.

E alla fine, invece, è riuscito a mantenere la sua porta inviolata per la seconda volta negli ultimi 11 anni, proprio contro il Real Madrid, che è quindi diventato la seconda squadra, in questo arco temporale, a non riuscire a segnare ad Akinfeev.

Se pensate che erano undici anni – periodo ricorrente – che il Real Madrid non terminava tre partite consecutive senza segnare, potete ben capire la portata di quanto successo ieri sera. Dei 26 tiri totali partiti dai piedi di quelli in maglia bianca, solo 4 hanno finito la loro corsa nello specchio della porta difesa da Akinfeev, mentre tre sono finiti su pali e traverse, a significare quasi che c’era un piano ben preciso del destino dietro quella partita.

Per concludere una serata difficile da dimenticare, Igor Akinfeev, nei minuti di recupero, ha pensato bene di farsi sventolare in faccia il cartellino rosso. Perdita di tempo, proteste, arbitro mandato a quel paese, inevitabile espulsione e partita prolungata fino quasi al novantottesimo minuto.

Il CSKA ha portato a casa i tre punti, e i russi adesso, contro ogni previsione, comandano il gruppo G della Champions League. Ma nella prossima partita, quella in cui presumibilmente si giocheranno una buona fetta di qualificazione contro la Roma, Akinfeev non ci sarà, squalificato.

Già, la notte di ieri difficilmente se la dimenticherà, il portiere russo.

Valerio Nicastro
twitter:  @valerionicastro

Related Posts

La triste notte del Bandido

2018-07-04 08:35:38
delinquentidelpallone

18

Una notte magica: Iran-Spagna 1-0

2018-06-20 20:18:08
delinquentidelpallone

18

Stanotte James Harden è entrato nella storia della NBA

2018-01-31 09:49:12
delinquentidelpallone

18

Una notte magica nel cuore di Anfield

2018-01-14 18:52:12
delinquentidelpallone

18

Un’estate difficile

2017-11-16 12:09:19
delinquentidelpallone

18

La notte da padrone di Joel Embiid

2017-11-16 09:44:07
delinquentidelpallone

18

Porzingis e Harden: una notte da fenomeni

2017-11-06 11:25:07
delinquentidelpallone

18

La notte da record di Layvin Kurzawa

2017-10-31 22:49:13
delinquentidelpallone

18

La notte da favola di Edward Nketiah

2017-10-24 21:46:08
pagolo

18