Ieri in Serbia è andata in scena una delle espulsioni più stupide di sempre Ieri in Serbia è andata in scena una delle espulsioni più stupide di sempre
Ieri si giocava in Italia, la serie A era impegnata nel turno infrasettimanale, in Spagna (dove il Real Madrid è capitolato al 94′ contro... Ieri in Serbia è andata in scena una delle espulsioni più stupide di sempre

Ieri si giocava in Italia, la serie A era impegnata nel turno infrasettimanale, in Spagna (dove il Real Madrid è capitolato al 94′ contro il Betis al Bernabeu), in Inghilterra ( si sono giocate alcune partite di Carabao Cup) e in chissà quanti altri paesi.

In pochi quindi avranno seguito le partite di Super Liga della Serbia, e quei pochi difficilmente per piacere quanto più per questioni legate a scommesse in ballo, non provate a negare.

Niente paura, noi siamo qua apposta per tenervi aggiornati su tutti i campionati e per mostrarvi i fatti più curiosi e particolari che sono avvenuti in giro per il Mondo e, questa volta, siamo andati a scavare proprio in Serbia dove ieri, nella partita tra Partizan Belgrado e Napredak, è andata in scena una delle espulsioni più stupide che si siano mai viste.

E’ il minuto 27 del primo tempo quando viene assegnata una rimessa per la squadra ospite: Nikola Boranijasevic si appresta a batterla e, come spesso accade, guadagna qualche metro in cerca di un compagno che si liberi a cui poter servire il pallone. A giudizio dell’arbitro, però, il giocatore ci mette troppo tempo continuando ad avanzare la propria posizione senza battere la rimessa e per questo motivo decide di ammonirlo.

Non finisce qui perchè il giocatore, visibilmente stizzito, getta via il pallone in segno di protesta verso il provvedimento disciplinare e si becca il secondo giallo, con doccia anticipata.

Ecco il video dell’incredibile siparietto

Per la cronaca la partita si è conclusa con il risultato di 1-1: il Napredak, nonostante l’inferiorità numerica, è riuscito a passare in vantaggio poco prima della fine del primo tempo ma è stato raggiunto al 90′, beffa delle beffe, grazie al gol realizzato da Everton per i padroni di casa.

Dopo 9 giornate (alcune squadre ne hanno già giocate 10) il Partizan si trova in terza posizione in classifica con 20 punti, dietro a Stella Rossa e Vojvodina.