Ibrahimovic ha scelto il modulo giusto per il Milan Ibrahimovic ha scelto il modulo giusto per il Milan
Domenica pomeriggio Zlatan Ibrahimovic ha fatto il suo secondo esordio con la maglia del Milan, ma non è riuscito a risolvere i problemi della... Ibrahimovic ha scelto il modulo giusto per il Milan

Domenica pomeriggio Zlatan Ibrahimovic ha fatto il suo secondo esordio con la maglia del Milan, ma non è riuscito a risolvere i problemi della squadra rossonera, che rimangono per adesso piuttosto evidenti.

Nel secondo tempo della sfida contro la Sampdoria, però, il Milan ha evidentemente cambiato il modo di stare in campo, e di conseguenza, quando lo svedese sarà a pieno regime, Pioli potrebbe cambiare la sua squadra per adattarla e disegnarla su misura sul suo nuovo acquisto e nuovo leader carismatico.

Ibrahimovic è entrato in campo insieme a Rafael Leao, e proprio con il giovane portoghese ha dialogato spesso; Ibra ha riconosciuto in lui il partner perfetto, e a quanto pare preferirebbe giocare con lui a fianco, in un modulo che, automaticamente, diventerebbe un 4-3-1-2.

In questo caso, a sedersi in panchina (o, addirittura, a lasciare il Milan nel mercato invernale) sarebbero Suso e Piatek, due dei giocatori che hanno maggiormente deluso in questo avvio di stagione. Ad agire alle spalle di Leao e Ibra sarebbe quindi Hakan Calhanoglu, a suo agio nel ruolo di trequartista.

In mezzo al campo cambierebbe poco, con Krunic che sarebbe preferito a Kessié perché ritenuto più adatto agli inserimenti che Ibra, con i suoi movimenti, favorirebbe. Intoccabile, dopo le ultime buone prestazioni, Jack Bonaventura, una delle poche note liete di questi ultimi tormentati mesi rossoneri.

Una svolta, dopo le ultime prestazioni tutto tranne che positive, è necessaria: e forse sarà proprio Zlatan Ibrahimovic a “suggerirla” al suo allenatore.