I tifosi dell’Atletico non hanno preso benissimo il trasferimento di Courtois al Real Madrid I tifosi dell’Atletico non hanno preso benissimo il trasferimento di Courtois al Real Madrid
Proprio di queste ore è la notizia che il Chelsea di Maurizio Sarri ha pagato la clausola per prelevare il portiere Kepa Arrizabalaga dall’Athletic... I tifosi dell’Atletico non hanno preso benissimo il trasferimento di Courtois al Real Madrid

Proprio di queste ore è la notizia che il Chelsea di Maurizio Sarri ha pagato la clausola per prelevare il portiere Kepa Arrizabalaga dall’Athletic Bilbao.

La cifra è di quelle stratosferiche, 80 milioni di euro circa, e fa di Kepa il portiere più pagato della storia. A soli 23 anni avrà una discreta pressione sulle spalle, nonostante abbia già dimostrato notevole personalità e affidabilità.

La logica conseguenza di questa operazione è la dipartita di Courtois, che infatti si è immediatamente accasato al Real Madrid. Il portiere belga andrà a prendere il posto, molto probabilmente, di Keylor Navas che comunque era stato protagonista di questi anni di successi dei Blancos.


Il trasferimento di Thibaut Courtois dal Chelsea al Real Madrid ha però fatto infuriare i tifosi dell’Atletico: il nazionale belga infatti, prima di passare al Chelsea, era stato grande protagonista con la maglia dei Colchoneros e più volte aveva giurato fedeltà alla parte biancorossa di Madrid.

Ecco perchè questo trasferimento è stato preso tutt’altro che bene dai tifosi dell’Atletico, che in queste ore stanno postando messaggi non proprio amichevoli all’estremo difensore, accusandolo di tradimento e comportamento ridicolo.

Ad esempio sta girando questo video in cui Courtois, in forza all’Atletico, scherniva i rivali con questi cori:

Veramente tantissimi i messaggi di sfogo dei tifosi dei Colchoneros, alcuni dei quali anche molto forti, come questo inviato da un account di riferimento per i supporters dell’Atletico:

Il messaggio si conclude con questa frase: “chiamarti ratto è un insulto per l’animale”, insomma non crediamo ci sia bisogno di ulteriori spiegazioni.