Dopo la sosta per gli impegni delle Nazionali, non si giocherà questo fine settimana in nessuno dei principali campionati europei, ci attende una ripresa...

Dopo la sosta per gli impegni delle Nazionali, non si giocherà questo fine settimana in nessuno dei principali campionati europei, ci attende una ripresa dei campionati che si preannuncia molto interessante, con partite di cartello un po’ ovunque.

Se in Italia ci saranno due sfide di assoluto prestigio, Roma-Napoli ed il derby di Milano, in Spagna si giocherà invece Atletico Madrid-Barcellona, altra partita molto importante.

Nella Liga il Barcellona ha già creato un piccolo vuoto dalle inseguitrici con il Siviglia, secondo in classifica, distanziato di 5 lunghezze ed il Real Madrid addirittura indietro di 7 punti.

La partita contro l’Atletico Madrid è quindi già fondamentale, con la squadra allenata dal Cholo Simeone che cercherà in tutti i modi di far perdere punti preziosi ai ragazzi di Valverde.

In questo periodo, come ben sapete, a Barcellona non tira un’aria bellissima dopo le vicende legate al referendum per l’indipendenza catalana che hanno finito per coinvolgere anche la squadra di calcio, costretta a giocare l’ultima partita di campionato contro il Las Palmas a porte chiuse.

Proprio in queste ore è arrivata un’altra notizia che non farà felici i tifosi catalani: la società ha infatti comunicato che non sarà possibile per i tifosi seguire la squadra in trasferta a Madrid per problemi logistici legati al nuovo impianto dell’Atletico Madrid, il Wanda Metropolitano.

Da poco inaugurato il nuovo stadio dei Colchoneros, giudicato stupendo da tutti gli addetti ai lavori, ha mostrato un grosso problema, legato alla viabilità per raggiungere l’infrastruttura. La zona in cui è stato costruito, infatti, è più decentrata rispetto al vecchio Vicente Calderon e più scomoda da raggiungere, inoltre i parcheggi per le auto sarebbero in numero assolutamente insufficiente per accogliere tutti gli spettatori che potrebbero giungere allo stadio (la cui capienza è di quasi 70.000 posti).

Per questo motivo la società madrilena aveva chiesto ai tifosi, nelle precedenti partite, di arrivare allo stadio con mezzi pubblici e con almeno 2 ore di anticipo.

In occasione della sfida di Champions contro il Chelsea i tifosi inglesi erano poco più di 2500 mentre ne erano previsti sicuramente di più per la partita del 14 Ottobre contro il Barcellona. Probabilmente è stato questo il motivo che ha spinto le società a prendere questa decisione, precludendo ai tifosi blaugrana questa trasferta.

Una decisione che, come potete immaginare, non è stata accolta benissimo dai tifosi del Barcellona, ai quali non sta dicendo proprio un gran bene in questo periodo.