Spesso si sente dire che la partecipazione alla Champions League è di fondamentale importanza in quanto garantisce una mole di ricavi molto importante, a...

Spesso si sente dire che la partecipazione alla Champions League è di fondamentale importanza in quanto garantisce una mole di ricavi molto importante, a cui ambiscono tutti i club più importanti che magari non hanno la fortuna di avere un magnate in grado di elargire soldi in quantità illimitata.

Raramente si entra nel dettaglio per capire, esattamente, quali siano le cifre in ballo per la partecipazione alla Champions e, nel migliore dei casi, per la vittoria finale.

Ci ha pensato quindi la UEFA a fare chiarezza scrivendo sul proprio sito ufficiale quali saranno i ricavi per la prossima Coppa dei Campioni e come verranno elargiti i vari bonus, che si preannunciano molto opulenti.

Intanto iniziamo col dirvi che i proventi commerciali che saranno distribuiti alle squadre che parteciparanno alla prossima Champions saranno 1318,9 milioni di euro. Quasi 400 milioni saranno invece destinati alle squadre che si qualificheranno all’Europa League, manifestazione europea di secondo piano ma comunque molto importante dal punto di vista economico.

Ogni squadra che riuscirà ad accedere alla fase a gironi della Champions, si qualificheranno 32 club, avrà diritto ad un minimo di poco inferiore ai 13 milioni di euro. Ogni partita vinta porterà automaticamente ad un bonus di 1.5 milioni di euro e ogni pareggio ad un ricavo di 0.5 milioni.

Per le squadre che supereranno i gironi qualificandosi agli ottavi è previsto un bonus aggiuntivo di 6 milioni di euro, mentre per i quarti si passa a 6.5 milioni. Le semifinali valgono 7.5 milioni di euro mentre l’approdo in finale garantirà 11 milioni alla perdente e 15,5 a quella che solleverà la coppa dalle grandi orecchie.

Embed from Getty Images

Facendo un conto rapido la squadra che vincerà la Coppa si porterà a casa in bonus oltre 57 milioni di euro, senza contare quelli relativi agli spareggi (nel caso la squadra provenisse dai preliminari) e senza contare i proventi di tipo commerciale provenienti dalle televisioni.

A proposito l’indotto derivante dal market pool, in cui è compreso anche il mercato televisivo, nel complesso, è di oltre 500 milioni di euro e tiene conto del valore proporzionale di ogni mercato televisivo che è differente da paese a paese.

Ora capite bene perchè è di fondamentale importanza riuscire a centrare l’obiettivo di qualificarsi per la Champions League e cercare di fare quanta più strada possibile. Una questione di prestigio, certamente, ma anche il lato economico non è assolutamente da sottovalutare.