Nel calcio moderno l’aspetto fisico, per i calciatori, sta diventando sempre più importante, e sempre maggiore è l’attenzione che si rivolge a determinate caratteristiche...

Nel calcio moderno l’aspetto fisico, per i calciatori, sta diventando sempre più importante, e sempre maggiore è l’attenzione che si rivolge a determinate caratteristiche fisiche di tutti quelli che gli allenatori mettono in campo.

Partendo dal presupposto che è solamente un gioco, e che quindi sarebbe quasi impossibile trasferirlo nella realtà, abbiamo comunque provato a mettere insieme due squadre con i protagonisti della nostra serie A: quella dei calciatori più alti e quella dei calciatori più bassi. Ora, la scelta sta a voi: quale delle due formazioni vincerebbe una improbabile sfida, e perché?

I calciatori più alti

Tatarusanu (198 cm)
Ranocchia (195 cm)
Fazio (195 cm)
Koulibaly (195 cm)
Missiroli (191 cm)
Tachsidis (191 cm)
Milinkovic-Savic (191 cm)
Ilicic (190 cm)
Simy(198 cm)
Dzeko (193 cm)
Balogh (197 cm)

La squadra dei calciatori più alti può contare, senza dubbio, su una difesa abbastanza rocciosa e un attacco di cristoni belli grossi, tutti deputati alla finalizzazione (bisognerebbe vedere se poi la buttano dentro davvero, certo).

Un problema però potrebbe sorgere: considerato anche il centrocampo, non ci sono grandi menti che possano inventare calcio. Una squadra molto fisica a cui però manca qualcuno in grado di inventare la giocata risolutiva…

I calciatori più bassi

Pegolo (183 cm)
Florenzi (173 cm)
Medel (172 cm)
Calabria (176 cm)
Laurini (173 cm)
Mertens (169 cm)
Josè Mauri (169 cm)
Sensi (168 cm)
Gomez (165 cm)
Insigne (163 cm)
Giaccherini (167 cm)

Qui, per i calciatori più bassi, abbiamo il problema opposto: a parte il portiere, per il quale abbiamo dovuto scomodare la riserva del Sassuolo, la carenza di centimetri si fa sentire: soprattutto in difesa dove il Pitbull Medel sarebbe costretto agli straordinari.

Però in avanti la musica cambia: a centrocampo ci si affida alle invenzioni di Sensi, poi in attacco si scatena la velocità del Papu Gomez, di Insigne e di Giaccherini. (E abbiamo messo Mertens a centrocampo)

Obiezione:vero, sono tutti più esterni, ma tra i 3 qualcuno adattabile come falso nueve si troverà.