I giocatori croati si sono tolti qualche sassolino dalle scarpe I giocatori croati si sono tolti qualche sassolino dalle scarpe
L’intensa semifinale di ieri ha premiato la Croazia, che ha così raggiunto la sua prima storica finale in un Mondiale, un momento importante non... I giocatori croati si sono tolti qualche sassolino dalle scarpe

L’intensa semifinale di ieri ha premiato la Croazia, che ha così raggiunto la sua prima storica finale in un Mondiale, un momento importante non solo per lo sport ma per tutto il popolo croato.

E al termine della partita, molti giocatori croati hanno deciso di togliersi qualche sassolino dalle scarpe, in particolare criticando alcuni atteggiamenti avuti dagli inglesi prima del match.

Modric in particolare se l’è presa con diversi giornalisti che avevano pronosticato un probabile calo fisico della Croazia dopo le fatiche ai supplementari contro Danimarca e Russia: “Le persone continuavano a parlare: giornalisti, opinionisti televisivi…tutti hanno sottovalutato la Croazia stasera ed è stato un grosso errore. Dopo tutte quelle parole che abbiamo letto e sentito, abbiamo detto: ‘va bene, stasera vedremo chi è stanco’.

Poi, un’altra bordata.

Dovrebbero essere meno supponenti e rispettare maggiormente i loro avversari .Abbiamo mostrato ancora una volta che non eravamo stanchi, abbiamo dominato la partita mentalmente e fisicamente. Avremmo dovuto uccidere la partita anche prima dei supplementari”.

Anche Šime Vrsaljko ha criticato gioco e atteggiamento degli inglesi:

La percezione generale era che l’Inghilterra aveva cambiato il suo modo di giocare lanciando palla lunga per tutto il campo, ma quando li abbiamo pressato è venuto fuori che non avevano cambiato un bel niente. Il mio motto è sempre stato ‘fai parlare il campo’. Ora noi siamo in finale e loro possono andare in spiaggia a prendere il sole…

Infine, ancora il capitano Luka Modric ha commentato così il successo: “Questo è un grandissimo risultato per tutti noi, è un sogno che si realizza dopo tantissimo tempo. Siamo in finale ed è il più grande successo nella storia della Croazia: dobbiamo essere orgogliosi“.

Related Posts