Dopo l’interminabile sosta per le nazionali (che abbiamo comunque avuto modo di goderci, principalmente a causa di qualche mezza dozzina di delinquentate sparse) torna...

Dopo l’interminabile sosta per le nazionali (che abbiamo comunque avuto modo di goderci, principalmente a causa di qualche mezza dozzina di delinquentate sparse) torna finalmente la Serie A. E, come ogni maledettissimo sabato, tornano i dilemmi e le perplessità riguardanti la formazione da schierare al Fantacalcio.

Niente paura, come sempre siamo al vostro fianco. Anche per oggi vi proponiamo i nostri ineffabili consigli su come mettere in campo la corazzata che avete messo in piedi durante l’asta di agosto, quando vi siete svenati per Kondogbia, tanto per ricordarvelo.

I giocatori da schierare

Tra i pali, potete fidarvi di  Padelli. Si, lo so, potreste anche pensare che abbiamo sbattuto la testa fortissimo contro qualche stipite dell’armadio, ma non è così. In casa il Torino si esalta, e soprattutto, il Milan potrebbe anche giocare fino a Natale, ma più di due gol nella stessa partita (forse nello stesso campionato) dovrebbe faticare a farli. Per cui mettete il gel in testa, sistemate la mascella, tirate fuori i vigorosi pettorali e state con il Padellone nazionale. Che dopo la partita, in disco, le stende tutte.

In difesa, puntiamo forte sul trio del Genoa: De Maio, Burdisso e Izzo sono pronti a farsi perdonare le recenti nefandezze, e prenderanno dei bei voti contro il Chievo che, ipotizziamo, a Marassi potrebbe pure accontentarsi di un punticino. Poi magari uno dei tre si fa cacciare dopo 10 minuti di gioco, ma sono rischi che nella vita bisogna correre, se si vuole diventare grandi. Altro nome caldamente consigliato, dietro evidenti pressioni della malavita, quello del Pipo Gonzalez, pronto a guidare il suo Palermo nell’insidiosa (ma non troppo) trasferta di Bologna. Inzuccata in mischia e usciamo a fare i caroselli.

A centrocampo potete schierare, senza farvi troppi pensieri, il buon Magnanelli. La bordata all’incrocio dei pali è scontata come il panettone il 7 gennaio, potete fidarvi di noi. Se non si fa ammonire 7-8 volte, un 7,5+3 è quantomeno garantito. Altri suggerimenti di qualità, con cui sorprendere i vostri avversari, potrebbero essere Marten De Roon, che, contro il muscolare centrocampo del Carpi potrebbe finire si a fare a roncolate, ma potrebbe pure fare una partita da 8 in pagella, e poi, assolutamente, imprescindibilmente, Tino Costa. Una mina a cento all’ora che buca le mani di Bizzarri vi farà godere da matti.

In attacco non c’è niente di facile e sicuro, ma ci possiamo provare. Male che vada, ci prendiamo qualche insulto, fa nulla. Se volete andare sul sicuro, con Nikolone Kalinic non si sbaglia mai. Contro il Napoli ci aspettiamo un 4-4, con lui e, ebbene si, Gonzalo Higuain grandi protagonisti, tipo come quando una decina di anni fa Lucarelli e Gilardino firmarono un poker a testa nella stessa partita. Mosse a sopresa, ma in cui crediamo parecchio: la doppietta di Daniel Ciofani (uno in rovesciata, quindi voto in pagella altissimo) contro la Samp e la resurrezione di bomber Pazzini contro l’Udinese.

I giocatori da evitare

Passiamo adesso a quei giocatori che sarebbe meglio tenere a riposo nel prossimo turno onde evitare spiacevoli e spregevoli inconvienienti.

Tra i pali, in virtù di quanto vi abbiamo riferito poco fa, magari è meglio se evitate di schierare Pepe Reina e Ciccio Tatarusanu. A meno che, in quella pirotecnica giostra del gol, non decidano di parare un paio di rigori a testa, cosa tra l’altro non del tutto improbabile. Evitate anche Karnezis che l’Udinese non è che la vediamo così bene…Ma siamo sicuri che le barricate di Colantuono potranno portare la squadra friulana a sfangarla in qualche modo. Solo che mettere il greco in porta vi garantirebbe un pomeriggio di crepacuore, e non è proprio il caso.

In difesa, state ben alla larga da Bonucci e Chiellini. Nel derby d’Italia le cose si faranno tese, quasi sicuramente, e i due bianconeri sono i due maggiori indiziati a prendere brutti voti e cartellini gialli, rossi e arancioni. Meglio evitare. Altri difensori da tenere d’occhio e non schierare, sono gli empolesi Costa e Tonelli, destinati alla sciagura nell’inseguire Salah e Gervinho. Mentre, se avete intenzione di schierare Mauricio, sappiate che avete tutta la nostra comprensione, ma se vi ritroverete con un 4 in pagella e un -1 dell’espulsione, non venite a dare la colpa a noi.

A centrocampo, Mancini ha intenzione di schierare, insieme, Felipe Melo e Gary Medel. Vogliamo a entrambi un bene dell’anima, e ci faremmo espiantare gli organi per difenderli, ma schierarli oggi al Fantacalcio è da squilibrati mentali. Anche Diawara e Taider, nel centrocampo del Bologna, non li vediamo benissimo, con l’aria che tira dalle parti delle due torri. Mentre, tra quelli per cui vi siete svenati, dovreste tener fuori Soriano. Certo, contro il Frosinone sareste tentati, ma se avrete coraggio e vi fiderete di noi, il Fantacalcio lo porterete a casa in carrozza.

Attacco: assolutamente no a Pavoletti. Genoa-Chievo sarà decisa da qualche protagonista a sorpresa, non di certo dal fenomeno di Livorno. Sempre per quel discorso di prima, per quanto bene gli vogliamo e per quanto vorremmo baciargliela, quella testa lucida, cercate di non schierare Big Mac, se non volete rovinarvi la giornata già dall’anticipo delle 18 del sabato. Infine, un consiglio da amici: Eder lasciatelo a casa.