I capitani di Francia, Australia e Danimarca hanno chiesto alla FIFA di far giocare il Mondiale a Guerrero I capitani di Francia, Australia e Danimarca hanno chiesto alla FIFA di far giocare il Mondiale a Guerrero
Quello di Paolo Guerrero è uno dei casi più spinosi e controversi di questa marcia di avvicinamento ai Mondiali di Russia 2018. L’attaccante del... I capitani di Francia, Australia e Danimarca hanno chiesto alla FIFA di far giocare il Mondiale a Guerrero

Quello di Paolo Guerrero è uno dei casi più spinosi e controversi di questa marcia di avvicinamento ai Mondiali di Russia 2018.

L’attaccante del Perù, infatti, era stato squalificato dalla FIFA per aver assunto cocaina – si era venuto poi a sapere che era stata un’assunzione involontaria, con una tazza di tè – poco prima dello spareggio che aveva poi portato la nazionale blanquirroja in Russia.

Inizialmente, Guerrero era stato squalificato per 6 mesi, una squalifica che gli avrebbe consentito di giocare i Mondiali con la sua Nazionale.

Nello scorso febbraio, però, dopo una revisione del caso, il TAS ha aumentato la pena a 14 mesi, una decisione che costerà a Guerrero il Mondiale.

Oggi, però, è arrivato un bel gesto da parte dei capitani di Francia, Australia e Danimarca, le tre squadre inserite nello stesso girone della nazionale andina.

Lloris, Kjaer e Jedinak hanno infatti chiesto alla FIFA una sospensione della squalifica per consentire a Paolo Guerrero di giocare i Mondiali con il Perù, mondiali che per l’attaccante del Flamengo e per il suo Paese saranno un’occasione storica.

Il Perù, infatti, manca dai Mondiali da ben 36 anni, avendo fatto la sua ultima apparizione nel 1982, e questa partecipazione è stata vissuta come un evento di portata titanica all’interno del Paese.

Chiediamo alla FIFA di mostrare compassione: crediamo sia estremamente ingiusto escludere Guerrero da quello che sarebbe l’apice della sua carriera”. Questo il contenuto della lettera scritta dai 3 capitani, un appello che però, molto probabilmente, cadrà nel vuoto viste le premesse.