I capitani delle squadre della Liga sono in agitazione I capitani delle squadre della Liga sono in agitazione
Nei giorni scorsi aveva fatto molto scalpore la decisione della Liga di disputare alcune partite del campionato spagnolo negli Stati Uniti, cosa che non... I capitani delle squadre della Liga sono in agitazione

Nei giorni scorsi aveva fatto molto scalpore la decisione della Liga di disputare alcune partite del campionato spagnolo negli Stati Uniti, cosa che non ha fatto esattamente piacere a tutti.

In un calcio sempre più globalizzato e piegato alle esigenze di sponsor e interessi economici, la decisione è sembrata quasi naturale, sulle orme di quanto fatto dalle leghe professionistiche americane – NBA e NFL su tutte – che già da anni giocano alcune delle loro partite in Europa.

Non a tutti, in effetti, è piaciuta questa soluzione, ma le cose sono anche peggiorate con l’inizio della Liga.

Un altro punto molto controverso è stato infatti il calendario e gli orari delle partite: la giornata di Liga, quest’anno, è distribuita dal venerdì al lunedì, con partite che sono cominciate anche alle 22.15.

Dopo le proteste dei tifosi, i capitani delle squadre della Liga hanno deciso di prendere posizione: oggi si incontreranno per discutere della situazione, soprattutto quella riguardante le partite da giocare negli Stati Uniti. A quanto pare, l’intenzione dei giocatori è quella di non dare la loro disponibilità a giocare negli USA già quest’anno, visto che, a quanto dicono, non erano stati informati della decisione.

Anche la questione degli orari delle partite sarà sul tavolo: i giocatori intendono difendere i loro tifosi, che, con partite che cominciano in una giornata e finiscono in un’altra.

Non sappiamo se ci saranno proteste clamorose, o se ci sarà un comunicato congiunto dei capitani: di sicuro, la situazione in Liga è tutto fuorché tranquilla.