I calciatori mancini sono più forti degli altri? Per la scienza, forse sì I calciatori mancini sono più forti degli altri? Per la scienza, forse sì
I mancini, in generale, rappresentano all’incirca il 10% della popolazione mondiale. Eppure, nel calcio l’abbondanza di calciatori mancini di talento è sotto gli occhi... I calciatori mancini sono più forti degli altri? Per la scienza, forse sì

I mancini, in generale, rappresentano all’incirca il 10% della popolazione mondiale.

Eppure, nel calcio l’abbondanza di calciatori mancini di talento è sotto gli occhi di tutti; molto probabilmente le proporzioni statistiche vengono rispettate, ma se andiamo a vedere quanti calciatori mancini di alto livello ci siano nel calcio mondiale, ci accorgiamo immediatamente che siamo di fronte a qualcosa di speciale.

Solo per fare qualche nome: Diego Armando Maradona, Paolo Maldini, Raul, Leo Messi, Ryan Giggs, Rivaldo, Roberto Carlos, Arjen Robben, Mohamed Salah. Insomma, il talento tra i mancini non manca di certo.

Per cui la domanda sorge spontanea: i calciatori mancini sono più forti degli altri? E, se sì, c’è qualche motivo speciale?

Innanzitutto, è interessante notare come molti dei mancini siano giocatori che fanno della creatività, del genio e della sensibilità nel piede il loro punto forte. Guardando un calciatore mancino, sembra quasi che possa avere qualcosa che gli altri non hanno, una specie di dono.

C’è un altro particolare da notare: se i destri usano a volte abbastanza bene anche il sinistro, è molto più probabile che i mancini preferiscano usare solo il sinistro. E questa condizione li aiuta ad allenare e sviluppare maggiormente il loro piede sinistro. In più, i mancini devono adattarsi a vivere in un mondo progettato a misura di destri, per cui devono sviluppare delle abilità speciali per “sopravvivere” in un mondo che li tratta come degli alieni.

DW Kick off! ha prodotto un interessantissimo video che spiega tutte le teorie sui calciatori mancini e sulle loro abilità particolari.

Un altro vantaggio per i mancini – che è più evidente in uno sport come il tennis – è che loro sono più abituati ad affrontare chi mancino non è, e quindi quando un destro si trova di fronte un mancino, può andare in difficoltà più facilmente.

Cosa dice la scienza sui calciatori mancini

Ma a supportare la teoria che i mancini abbiano qualcosa di speciale c’è soprattutto la scienza: infatti, a quanto pare i calciatori mancini possono contare su una migliore percezione dello spazio. Il motivo? La percezione spaziale è controllata dall’emisfero destro, che è quello che controlla la parte sinistra del corpo (e quindi anche il piede sinistro).

Inoltre, l’emisfero destro controlla anche l’intuito, l’emotività e la creatività; e questo spiega perché molti dei calciatori mancini siano considerati dei veri e propri geni, capaci di inventare giocate dal nulla.

Insomma, i calciatori mancini, probabilmente, non saranno automaticamente migliori di chi ha il destro come piede naturale, ma di sicuro hanno qualcosa di speciale.