I 7 marcatori più improbabili di una finale di Champions League I 7 marcatori più improbabili di una finale di Champions League
La finale di Champions League è un palcoscenico di enorme prestigio: vincere una finale di Champions ti garantisce un posto nella storia del calcio,... I 7 marcatori più improbabili di una finale di Champions League

La finale di Champions League è un palcoscenico di enorme prestigio: vincere una finale di Champions ti garantisce un posto nella storia del calcio, ma segnare – e magari segnare proprio un gol decisivo- ti garantisce la gloria eterna. Spesso a decidere le finali di Champions League sono proprio i grandi campioni, gli uomini più attesi.

Ma a volte, invece, le finali di Coppa vengono decise da marcatori improbabili, che trovano il loro momento di gloria proprio in quella serata. Diventando per sempre degli eroi. Il magazine calcistico Dream Team FC ha raccolto quelli che, secondo loro, sono i 7 marcatori più improbabili di una finale di Champions League.

E noi ve li proponiamo qui di seguito.

Vladimir Smicer (2005)

Una finale che -purtroppo- i tifosi del Milan non dimenticheranno mai. I rossoneri vanno avanti per 3-0 all’intervallo, poi nella ripresa il Liverpool lancia la rimonta e la completa. Il secondo gol, al minuto 53, lo segna Vladimír Šmicer, centrocampista della Repubblica Ceca che in carriera non si è mai fatto notare per le sue doti realizzative. Con la maglia del Liverpool, in Premier League, ha segnato 10 gol in 121 presenze.

Il gol di Šmicer aiuta il Liverpool a crederci e precede di pochissimo quello del pareggio di Xabi Alonso, che arriverà qualche minuto dopo. Saranno supplementari e rigori, dove il centrocampista del Liverpool segnerà anche uno dei 3 rigori realizzati dai Reds, prima che Dudek pari il rigore decisivo a Sheva regalando la coppa agli inglesi.

Questi gli highlights della sciagurata notte di Istanbul, se qualcuno avesse voglia di rivederli.

CONTINUA A LEGGERE

Related Posts
Next page