Finalmente ci siamo: alle 14 ora italiana (20 ora cinese: alle 8 dell’8-8, in Cina sono un pochino fissati con questa storia del numero...

Finalmente ci siamo: alle 14 ora italiana (20 ora cinese: alle 8 dell’8-8, in Cina sono un pochino fissati con questa storia del numero otto) riparte la stagione del calcio italiano, con il classico appuntamento della Supercoppa Italiana, che quest’anno viene messa in palio in quel di Shangai tra la Juventus e la Lazio.

Ecco 5 motivi di interesse che abbiamo trovato nella sfida, tra un maccherone e un bicchierino di vino all’ora di pranzo.

1. Mettere fine all’astinenza da calcio

Anche se siamo solo all’8 di agosto, già non ne potevamo più dell’estate. Grazie a Dio l’attesa sta per finire, qualche campionato estero sta già per partire in questo weekend e la Supercoppa è un gustoso antipasto della serie A che prenderà il via il 23 agosto. Un piccolo assaggio che magari ci regalerà polemiche e gazzarre che tanto ci piacciono.

2. Ammirare la splendida organizzazione dell’evento in terra cinese

Ieri avete potuto ammirare le splendide condizioni del manto erboso dello stadio di Shangai. Per questo non vediamo l’ora di scoprire qualche altra magagna e trappola nascosta nella strabiliante organizzazione della Supercoppa in terra di Cina. La Supercoppa si gioca in casa di chi ha vinto il campionato, per diana! Ah, si. Attendiamo anche la telecronaca Rai.

3. Attendere con ansia la prima delinquentata di Mario Mandzukic

La partita in sè, anche se è solo agosto, dovrebbe essere bella tesa. L’esordio di Marione Mandzukic e dei suoi gomiti affilati non poteva essere migliore. Vedremo quale accoglienza gli riserverà la difesa della Lazio, noi siamo praticamente certi che finirà malissimo. E poi il centrocampo Onazi-Biglia-Cataldi è garanzia di cattivi presagi.

4. Scoprire se con la maglia numero 10 Pogba è diventato un trequartista

E’ stato il tormentone di questi ultimi giorni. Paul Pogba ha preso la maglia numero 10 e automaticamente tutti, senza alcun motivo, hanno detto che il mercato della Juve era finito, che il trequartista che Marotta cercava era Pogba, che Draxler o Gotze non servono più. A questi fenomeni potevate spiegare che anche Lupatelli aveva il numero 10, e non era un trequartista.

5. Capire se salterà prima la panchina di Pioli o quella di Allegri

Sono bastate un paio di amichevoli estive per lanciare l’allarme. La Juve è in crisi, la Lazio non sa vincere, la Juve ha bisogno di 15 acquisti per essere competitiva, la Lazio quest’anno farà fatica ad arrivare nella prima metà di classifica, la Juventus è falcidiata dagli infortuni, la Lazio non arriva a mettere in campo 11 persone per la Supercoppa. Quindi, se abbiamo capito bene quello che si diceva sui giornali, oggi uno tra Allegri e Pioli dovrebbe saltare.