I 5 giocatori che hanno deluso di più in Serie A finora I 5 giocatori che hanno deluso di più in Serie A finora
Con la seconda sosta per le Nazionali ormai in corso, e con sette partite di campionato già disputate, possiamo cominciare ad analizzare in maniera... I 5 giocatori che hanno deluso di più in Serie A finora

Con la seconda sosta per le Nazionali ormai in corso, e con sette partite di campionato già disputate, possiamo cominciare ad analizzare in maniera più concreta quanto abbiamo visto finora in Serie A.

Il big match di domenica sera ha ufficializzato il cambio della guardia in vetta, con la Juventus che ha preso il posto dell’Inter in prima posizione, grazie al successo firmato dalla rete di Gonzalo Higuain.

Anche se è forse un po’ prematuro, possiamo già dire quali sono stati i giocatori che fin qui hanno maggiormente deluso nel nostro campionato, almeno per quelle che erano le aspettative nei loro confronti.

Naturalmente, non tutte sono delusioni in senso assoluto. Alcuni di loro non hanno propriamente deluso in tutto e per tutto, ma hanno sicuramente reso molto di meno di quello che ci si aspettava. Altri, invece, hanno proprio imboccato un tunnel negativo dal quale fanno fatica a uscire.

Queste le nostre 5 scelte.

Fabio Quagliarella

Il capocannoniere dello scorso anno è fermo al palo insieme alla sua squadra, la Sampdoria, fin qui protagonista di un avvio di campionato disastroso.

E così, anche Quagliarella sembra essersi smarrito, limitandosi a un solo gol, quello peraltro inutile segnato su rigore al Sassuolo. In attesa del cambio di panchina, l’eventuale ripresa dei blucerchiati non potrà che passare dal suo uomo simbolo, che deve tornare assolutamente a segnare.

Krzysztof Piątek

Anche il centravanti polacco del Milan può essere sicuramente inserito in questa categoria (perlomeno a pari merito con il compagno di squadra e di reparto Suso).

Piatek ha segnato due volte in campionato, ma entrambe su rigore, contro Torino e Verona; il numero 9 rossonero – colpito in pieno dalla maledizione del numero che ha deciso di indossare – ha faticato a inserirsi nei meccanismi di Giampaolo, risultando spesso avulso dal gioco, e ora spera nell’arrivo di Pioli per tornare ai fasti della scorsa stagione.

Rodrigo De Paul

Le difficoltà dell’Udinese si possono spiegare tranquillamente con le difficoltà del suo uomo simbolo: i friulani hanno segnato solamente 3 gol quest’anno (gol che sono valsi comunque 7 punti, va detto) e fanno una fatica immane a creare occasioni da gol.

Colpa anche del rendimento sotto le aspettative dell’argentino, che, per di più, ha ben pensato di prendersi una lunga squalifica per il ceffone tirato a Candreva nella sfida contro l’Inter.

Matthijs de Ligt

Questo è uno di quei casi in cui la delusione non è da intendersi in senso assoluto, ma relativo. Molti tifosi bianconeri – e non solo loro – si aspettavano probabilmente un giocatore già pronto e capace di guidare la difesa della Juventus, non fosse altro perché da un nazionale olandese, ex capitano dell’Ajax e semifinalista di Champions League probabilmente te lo aspetteresti.

De Ligt ha invece mostrato più di qualche incertezza in questo avvio di stagione, alternandola comunque con buone prestazioni, lasciando capire che anche lui avrà bisogno di un periodo di adattamento al nostro campionato, mai facile per chi arriva da fuori.

Andrea Pinamonti

Pinamonti può essere considerato un po’ l’emblema del fallimento del Genoa, squadra da cui in molti si aspettavano un bel campionato. Invece il giovane attaccante fin qui ha steccato, tanto che anche Andreazzoli ha provato soluzioni alternative, mandando in campo anche Favilli al suo posto.

Anche qui, un po’ lo stesso discorso fatto per de Ligt: magari, ci si aspettava che Pinamonti fosse “un po’ più pronto di così”, e che potesse già fare la differenza in Serie A. E, invece, anche per lui ci sarà da aspettare qualche tempo.

Altri articoli da leggere oggi:

La nazionale italiana potrebbe presto avere un nuovo oriundo

Le difficoltà di Milik potrebbero avere una spiegazione precisa

Il Borussia Moenchengladbach è la squadra più divertente di Germania