Ieri vi abbiamo offerto una breve carrellata sui 10 migliori acquisti che avreste potuto fare durante l’asta del Fantacalcio, quelli che vi hanno reso...

Ieri vi abbiamo offerto una breve carrellata sui 10 migliori acquisti che avreste potuto fare durante l’asta del Fantacalcio, quelli che vi hanno reso felici. Oggi, invece, vogliamo mettere il coltello nella piaga.

Oggi abbiamo provato a mettere insieme i 10 peggiori acquisti del vostro Fantacalcio, quelli per cui vi siete svenati in sede d’asta. Avete investito tanto su di loro, convinti che avrebbero portato caterve di punti alla vostra causa e vi avrebbero fatto vincere in pantofole il campionato. E invece loro vi stanno ripagando con prestazioni al di sotto della sufficienza (e non di poco), rigori sbagliati e panchine punitive.

Insomma, amici ed amiche, ecco a voi i 10 acquisti del vostro Fantacalcio di cui vi siete sicuramente già pentiti.

Mattia Destro

Quella mattina di fine agosto in cui, aprendo la Gazzetta dello Sport, avevi letto del trasferimento di Mattia Destro al Bologna, sul tuo volto si era dipinto un sorrisino di soddisfazione. Eri praticamente certo che sarebbe tornato ai fasti di un tempo, che sotto le due torri sarebbe stato un’arma implacabile per il tuo Fantacalcio. Anche se magari il Bologna avrebbe lottato per la salvezza, Mattia sarebbe stata una garanzia, da 15 gol a salire, unico terminale offensivo.

Per cui, durante l’asta, non hai ceduto di fronte a nessun rilancio, niente ti ha spaventato. Lo hai pagato quanto una casa, ma alla fine è stato tuo. Oggi, dopo due mesi di campionato, preferiresti farti asportare un rene piuttosto che comprare di nuovo Mattia Destro. Papa Francesco ti telefona praticamente ogni settimana chiedendoti di abbassare la voce. Al primo gol sei pronto a scendere in strada a fare i caroselli. Chissà, magari lo segna prima di Natale.

Paul Pogba

Tevez, Pirlo e Vidal emigrati verso altri lidi, la maglia numero 10 sulle spalle, la fiducia dell’ambiente. Eri praticamente sicuro, quest’anno la Juve sarebbe stata la squadra di Paul Pogba, che avrebbe trascinato i bianconeri a colpi di gol, assist, prestazioni maiuscole. Praticamente un top player che gioca pure a centrocampo. E per questo motivo non hai avuto paura di spendere anche metà del tuo budget per accaparrarti il francesino con la maglia numero 10.

Non l’avessi mai fatto. Irritante, da calci nel sedere, sempre lì a provare il numero ad effetto. Adesso ha deciso anche di mettersi a sbagliare i rigori, tanto per farti innervosire ancora di più. Se un giorno dovessi trovarti faccia a faccia con San Pietro e quest’ultimo dovesse spedirti all’Inferno, sapresti benissimo che la colpa è di quel giorno in cui spendesti 250 fantamilioni per Paul Pogba.

Alex Sandro

Hai seguito la trattativa dal primo all’ultimo minuto. E quando Beppe Marotta ha portato a Torino il terzino del Porto, hai stappato quello buono, convinto che, su quella fascia, il brasiliano avrebbe fatto fuoco e fiamme. Assist, mine imprevedibili, valanghe di 7,5 e magari pure qualche gol. Per Alex Sandro saresti stato pronto a fare follie, ed effettivamente le hai fatte. Svenarsi per un difensore spesso può farti vincere il Fantacalcio (ti ricordi quando comprasti per due soldi Parisi del Messina, si?).

E invece adesso ti ritrovi a insultare qualsiasi tipo di santo nei confronti di Max Allegri, che fa turnover con tutta la squadra, ma che a Patrice Evra, nonostante i 700 anni del francese, fa giocare tutte ma proprio tutte le partite. Quando poi Alex Sandro ha giocato, non ha fatto niente di diverso da un Crivello qualsiasi.

Edin Dzeko

Oddio, la Roma ha comprato Dzeko. Il centravanti che mancava alla squadra di Garcia, il terminale offensivo, l’ariete, l’uomo da 30 gol a stagione. Da quel momento, spendere quanti più fantamilioni possibili per portarti a casa il bosniaco è diventato praticamente un obbligo. E, ovviamente, lo hai fatto, vendendo anche le cose a te più care pur di poter avere nella tua rosa il nuovo numero 9 della Roma.

Il destino ti ha ripagato con un solo gol segnato, seppur pesante, alla Juventus. E con un infortunio che ha tenuto Dzeko lontano dal campo per parecchio tempo, per farlo rientrare solo poco tempo fa. Beffa delle beffe, devi anche sorbirti i giornalisti che esaltano “lo spirito di sacrificio di Dzeko che si mette al servizio della squadra” e le parole dello stesso giocatore che si dichiara felice di come sta andando la squadra, il gol non è importante, un attaccante deve saper fare anche altro. Ecco, questo è il modo migliore per perdere le staffe.

Antonio Candreva

Ok, specifichiamo, c’è molto di peggio in giro. Ma probabilmente chi ha investito cifre importanti per Tonino Candreva si sarebbe aspettato molto di più che un inizio appena appena sufficiente. Grossi guai non ne ha combinati, vero, ma tanto valeva comprare Politano a 1, no? Il centrocampista della Lazio è uno degli uomini più attesi per chi fa il Fantacalcio, perchè con le sue incursioni e con le sue mine può regalare parecchi bonus.

Ecco, quest’anno invece il piede di Candreva sembra necessitare una piccola convergenza, visto che di mine a segno finora non se ne sono viste. La media del 6 spaccato in pagella ha finora evitato di farvi tirare santi da qui in Turkmenistan, ma se la situazione non dovesse migliorare nelle prossime 4-5 partite non è escluso che tutto questo possa succedere per davvero.

Diego Lopez

L’anno scorso, nel disastro rossonero guidato da Pippo Inzaghi, il portiere spagnolo era stato uno dei meno coinvolti. Tra i pali, Diego Lopez sembrava essere una certezza. Poi in estate l’arrivo di Sinisa Mihajlovic ti aveva convinto a puntare su di lui; ok, magari il Milan non avrebbe fatto sfracelli e non avrebbe vinto il campionato, ma avrebbe fatto una figura discreta e magari in difesa sarebbe andato anche piuttosto bene.

Per cui, ostentando sicurezza, hai investito un bel po’ del tuo budget su Diego Lopez, credendoti in mani sicure. Il portierone ti ha ripagato con 14 gol subiti in 8 partite e una media voto abbastanza traballante. Come non bastasse, come di consueto, hai scelto di prendere anche il numero 12 della big, per stare sicuro. Quindi, sei andato tranquillo tranquillo su nonno Abbiati. E oggi gioca Donnarumma e ti fa smadonnare come un pazzo. Comunque, se ti può consolare, poteva anche andarti peggio: potevi prendere i portieri del Carpi.

Keisuke Honda

La maledizione del Milan colpisce ancora. Ti eri fatto affascinare dalla discreta seconda parte di stagione scorsa da parte del giapponesino rossonero, e poi, con l’arrivo di Mihajlovic, ti eri convinto. Il tecnico serbo avrebbe esaltato le doti del trequartista e Honda era perfetto per racimolare parecchi punti tra assist preziosi e anche, magari, qualche golletto qua e là.

Dopo aver speso un buon numero di fantamilioni per portarlo nella tua fantasquadra, ti sei subito accorto che le cose non sarebbero andate come immaginato. E infatti, dopo poche partite, Keisuke Honda è rapidamente finito nella lista degli indesiderati, Sinisa ha cambiato 7 moduli e il trequartista non è più tra i tuoi pensieri. A gennaio lo venderai tra gli improperi, e poi a febbraio ricomincerà a giocare e soprattutto a segnare come un matto.

Josè Callejon

Il Napoli di Maurizio Sarri è sulla bocca di tutti. Gioca bene, diverte, segna tanto e soprattutto vince. Una macchina quasi perfetta che fa felici grandi e piccini. E questo gran parlare di quanto sia bello, buono e bravo il Napoli di questi tempi ti fa solo ulteriormente venire l’ulcera. Già, perchè tu avresti potuto puntare su Insigne e Higuain e goderti la tua meritatissima prima posizione in classifica. Invece hai deciso di puntare i tuoi fantamilioni su Josè Callejon.

Lo spagnolo, tra gli uomini offensivi del Napoli, è quello che, in termini fantacalcistici, sta rendendo meno. Nelle partite fin qui giocate è riuscito a racimolare zero gol, zero assist, e pure un paio di ammonizioncine che ti hanno fatto partire un altro embolo. Consolati, magari potevi aver strapagato Mertens. Oddio, non è detto che non lo hai fatto al grido di “così quando non gioca Callejon metto lui”. Bravo.

Mauricio

Partiamo da un presupposto: se hai avuto la malsana idea di comprare Mauricio al Fantacalcio hai tutta la nostra incondizionata stima. Mandaci il tuo recapito e verremo ad abbracciarti personalmente. Secondo presupposto: se hai avuto la malsana idea di comprare Mauricio al Fantacalcio un pochino te lo meriti. Il difensore della Lazio può vantare un primato stratosferico in questo avvio di stagione: ha fatto il Triplete, con le espulsioni in Champions League (nei preliminari), campionato ed Europa League. Aspettiamo la Coppa Italia per completare l’opera?

Il difensore biancoceleste, sul quale avevi puntato in cerca di solidità, si è fatto notare per la grandissima mole di cartellini ricevuti fin qui, e per una media voto non certamente esaltante (5,42 che diventa 4,92 se applicata alla fantamedia). Però vuoi mettere la soddisfazione di piazzarlo al centro della difesa a intimidire a destra e a manca?

Mirko Valdifiori

Ecco, l’altra nota dolente del Napoli di Sarri esaltato da tutti. Quando quest’estate il professore si è trasferito da Empoli all’ombra del Vesuvio, la prima cosa che aveva fatto era portare con sé il suo regista di fiducia, quel Mirko Valdifiori che l’anno scorso tanto bene aveva fatto con la maglia azzurra dei toscani. Tu, da bravo intenditore, avevi pensato che nessuno avrebbe puntato su di lui, convinto di essere tra i pochi a riconoscerne le qualità.

Invece qualche ossessiva campagna mediatica ha contribuito ad innalzare il valore del giocatore, e così, per comprarlo, hai dovuto pure pagarlo qualcosa in più di quello che saresti stato disposto a spendere. E, alla fine, il buon Mirko ha perso il posto a favore dei più in forma Allan e Jorginho, che stanno facendo girare alla grande il Napoli. E tu sei ancora lì a cercare di capire chi te l’ha fatta fare a puntare su Valdifiori.