Ieri sera, ad Hampden Park, la Scozia ha vinto una partita fondamentale contro la Slovacchia. Con l’autorete di Martin Skrtel a pochi minuti dal...

Ieri sera, ad Hampden Park, la Scozia ha vinto una partita fondamentale contro la Slovacchia.

Con l’autorete di Martin Skrtel a pochi minuti dal fischio finale, la squadra di Gordon Strachan si è portata al secondo posto nel girone, alle spalle dell’Inghilterra già qualificata ai Mondiali, e ora sogna di andare a giocarsi i playoff per Russia 2018.

Il gol della Scozia, come detto, è arrivato nel finale di partita: ma, se avete seguito la corsa ai Mondiali, avrete notato che non è stato un caso isolato.

I gol della Scozia, infatti, sono arrivati quasi tutti, ad esclusione di quelli segnati nelle partite più squilibrate, nei minuti finali.

La Scozia ha segnato, in particolare nelle partite casalinghe, 7 gol in queste qualificazioni: e solamente due di questi sette gol sono arrivati prima dell’87esimo minuto. Insomma, gli scozzesi amano particolarmente quella che da noi è chiamata zona Cesarini.

Andiamo a vederli, allora, questi gol.

Contro la Lituania, McArthur, a un minuto dal termine, regala il pareggio alla Scozia.

Contro la Slovenia, Chris Martin trova il gol vittoria a due minuti dalla fine.

Contro l’Inghilterra, Leigh Griffiths si inventa due calci piazzati in 3 minuti, dall’87esimo al 90esimo, in un match folle. Con questi due gol la Scozia si porta addirittura sul 2-1, salvo poi subire, all’ultimo respiro, il pareggio del solito Harry Kane.

Scozia-Malta, poi, è filata via liscia, senza necessità di gol all’ultimo istante. Prima dell’epilogo di ieri e del gol che ha fatto esplodere all’88esimo Hampden Park.

Questa la situazione di classifica del Gruppo F a una gara dal termine.

Vedremo se la Scozia riuscirà ad agguantare un posto ai playoff: nel caso, occhio ai minuti finali…